News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Arriva la condanna per un detentore di 54 cani in piccole gabbie

cane in gabbia

Condannato l'uomo che teneva 54 cani in piccole gabbie (immagine di repertorio).

© Unsplash

L’uomo teneva 54 cani in piccole gabbie all’interno della sua abitazione: la RSPCA ha scoperto le dimore del terrore facendo un sopralluogo e in seguito l’uomo è stato condannato.

Di Serena Esposito, 7 nov 2019

La vicenda risale all’aprile 2019, ma soltanto ora è arrivata la condanna per l’uomo di Morecambe, nel Lancashire.

Le condizioni dei cani

La Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals – RSPCA, ente che opera in Inghilterra e Galles per la difesa dei diritti animali, ha trovato uno scenario sconcertante all’interno della casa dell’uomo, in seguito a molteplici segnalazioni ricevute.

La squadra di poliziotti e ispettori veterinari ha rinvenuto ben 54 cani costretti all’interno di minuscole gabbie, che non davano loro alcuna possibilità di movimento, in alcuni casi i poveri quattrozampe non avevano neanche lo spazio per sdraiarsi. Inoltre le condizioni igieniche e sanitarie degli animali erano piuttosto critiche. Tutto ciò ha determinato pessime condizioni di salute e nutrizione di alcuni dei 54 cani. 

Immediatamente disposto il fermo per l’uomo, gli animali sono invece stati affidati alle cure di un centro di recupero.

Il fenomeno di “animal hoarding”

Non è ancora chiaro se si tratti di una azione volontaria dell’uomo o di un caso del fenomeno di “animal hoarding”: risponde a questa dicitura il fenomeno che consiste nella raccolta di un ingente numero di animali (spesso nell’ordine delle centinaia) presso la propria dimora, senza la possibilità di garantire loro le necessarie condizioni igienico sanitarie e di nutrimento e benessere. In molti casi l’individuo non è in grado di riconoscere questa sua impossibilità.

Gli agenti della RSPCA hanno affermato di non essersi mai trovati di fronte ad una situazione del genere; all’uomo di 57 anni è stata interdetta la detenzione futura di qualsiasi tipo di animale, ed è stata prescritta una pena di 16 settimane di reclusione.