Pubblicità

cani sequestrati dall'oipa di pavia

L'operazione eseguita dalle Guardie Zoofile dell'OIPA di Pavia.

© Ufficio Stampa OIPA

Pavia: sequestrati 11 cani tenuti in condizioni disumane (Foto)

Di Grazia Fontana Country Manager

Pubblicato il

Le Guardie Zoofile dell'OIPA di Pavia hanno sequestrato 11 cani. Le loro condizioni erano disastrose.

Le Guardie Zoofile dell'OIPA hanno effettuato un sequestro nei pressi di Pavia in seguito alla segnalazione di una cittadina preoccupata per le condizioni di alcuni cani.

Gli 11 quattro zampe, di diverse razze, erano in stati vergognosi.

La situazione degli animali

Sono soprattutto Maltesi e Barboncini a essere ridotti in cattive condizioni, con alopecie, piaghe e blefarocongiuntivite; ma tra gli undici animali sequestrati dalla polizia locale e dalle Guardie dell'OIPA ci sono anche dei Cocker:

«Entrati nella proprietà, la situazione è da subito apparsa grave: gli animali, alcuni dei quali malati, erano costretti in locali semibui con deiezioni ovunque e un odore nauseabondo. Non solo: gli animali, sporchi e malandati, venivano anche usati per mettere al mondo cucciolate e due femmine erano in avanzato stato di gravidanza», racconta Pierangelo Greggio, coordinatore delle Guardie OIPA di Pavia e Lodi.

La situazione di due degli 11 cani sequestrati.© Wamiz

Una nuova vita

Dopo l'iniziale disaccordo del presunto proprietario, gli animali sono stati trasferiti in un rifugio comunale dove saranno curati e accuditi.

I cani ritrovati© OIPA

L'adozione sarà possibile solo dopo l'esame degli assistenti sociali che si pronunceranno sul benessere dei quattro zampe. L'OIPA invita tutti i cittadini a denunciare qualsiasi situazione di maltrattamento animale.

Uno dei Cocker.© OIPA

Leggi anche:

Iside, abbandonata dopo l'alluvione in condizioni disastrose: l'OIPA le dona una seconda chance (Video)
Ferrara: condannata la donna che ha ridotto il suo cane a uno scheletro (Foto)

Altri articoli

Cosa ne pensi di questa notizia?

Grazie per il tuo feedback!

Grazie per il tuo feedback!

Lascia un commento
Collegati per commentare
Vuoi condividere questo articolo?