News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Presto potrete portare ovunque i vostri animali domestici!

cane e gatto

Arriva la proposta di legge per garantire il benessere e la tutela degli animali d'affezione.

© Pixabay

Presentato un disegno di legge che, partendo dalla descrizione degli animali come "esseri senzienti", propone una legislazione ad hoc per differenziarli dalle "cose" una volta per tutte.

Di Eleonora Chiais, 21 nov 2019

Gli animali domestici, dei quali viene riconosciuto lo status di "esseri senzienti", sono protagonisti del nuovo disegno di legge firmato da Patrizia Prestipino e Stefania Pezzopane (entrambe PD) e assegnato alla Commissione Giustizia della Camera.

Di cosa si tratta?

Nuovo Libro nel Codice Civile: "Degli animali"

La proposta delle due deputate PD (che sarà inserita in  un nuovo libro nel Codice Civile intitolato Degli Animali) parte dalla considerazione che gli animali domestici non sono oggetti bensì "esseri senzienti" e, come tali, devono essere tutelati (per legge e con una legge) nella loro vita all'interno della società.

«La legge - c'è scritto in apertura - riconosce e tutela il loro diritto alla vita, alla salute e a condurre una esistenza dignitosa e compatibile con le loro caratteristiche etologiche».

I diritti degli animali d'affezione

E le proposte per tutelare i diritti degli animali d'affezione sono varie.

Si parte dal divieto di impedirne l'accesso negli esercizi pubblici, nelle scuole e nei luoghi di culto e si continua con la proposta che, in caso di divorzio, il Giudice sia chiamato a decidere (anche) sull'affidamento dell'animale domestico.

Questi, si legge, dovrà andare «al coniuge che ne garantisce il migliore benessere psico-fisico ed etologico» ma, in casi particolari, non sarà da escludere «l'affidamento condiviso».

E ancora. In caso di decesso, l'erede del defunto avrà l'onere di allevare l'animale anche se il Tribunale potrà, qualora lo ritenesse opportuno, «decidere di affidarlo in via definitiva anche ad altre persone o associazioni animaliste che ne garantiscano il benessere».

La pensione dei cani militari

E nel disegno di legge trova posto anche la risoluzione del lungo dibattito circa la pensione dei cani militari (sulla quale era recentemente intervenuta anche l'Enpa).

La proposta, infatti, prevede anche (finalmente) una pensione per i quattro zampe in dotazione alle forze dell'ordine alla fine del loro servizio.