News :
wamiz-v3_1

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cani in chiesa con “Tutti a casa per Natale”

Il progetto "Tutti a casa per Natale"

A Vieste via al progetto "Tutti a casa per Natale": ecco come funziona.

© Facebook @CanileSanitarioVieste

A Vieste, in provincia di Foggia, porte delle chiese aperte per i cani in cerca di una famiglia: cinque quattro zampe parteciperanno alle funzioni in cerca di nuovi padroni.

Di Eleonora Chiais, 26 nov 2019

Fedeltà è la parola chiave dell'iniziativa “Tutti a casa per Natale” il progetto che coinvolge cinque parrocchie di Vieste, nel foggiano, per permettere ad altrettanti quattro zampe, oggi ospiti del canile locale, di trovare una famiglia. Ecco come funziona.

La Lega Nazionale del Cane di Vieste

Il progetto è stato lanciato dalla Lega Nazionale del Cane di Vieste in collaborazione con le parrocchie cittadine e prevede che cinque cani (Zeus, Milo, Shirley, Cleopatra e Wonder) partecipino ad altrettante messe festive nella cattedrale e in altre quattro parrocchie cittadine. 

Funzionerà così: i sacerdoti, all'inizio della messa, presenteranno i pelosetti ai loro fedeli e poi, per il tempo della funzione, gli animali resteranno sul sagrato in compagnia dei volontari in attesa di incontrare, all'uscita, eventuali nuovi padroni.

Una buona azione per i pelosetti

La presenza dei cani nelle chiese della città sarà così ripartita:

  • Don Gioacchino, della Cattedrale, si occuperà dell'adozione di Zeus;
  • Don Tonino, della Parrocchia Gesù Buon Pastore, si farà carico delle sorti di Milo;
  • Don Michele, della Parrocchia San Giuseppe operaio, farà conoscere Shirley ai suoi fedeli;
  • Don Celestino, della Parrocchia Santa Maria delle Grazie, si occuperà dell'adozione di Cleopatra;
  • Don Angelo, della Parrocchia Santissimo Sacramento, presenterà durante la messa Wonder.

L'obiettivo del canile

Questa iniziativa spera di concludersi con l'adozione di tutti e cinque i cani per trovare loro una casa in vista delle prossime feste. Non solo, però. 

Se il progetto “Tutti a casa per Natale” si concluderà con l'adozione di tutti e cinque i cani, infatti, il Canile sanitario locale festeggerà un traguardo importantissimo perché questi cinque sono gli ultimi ospiti rimasti nella struttura che, poi, resterà vuota proprio come si era prefissato il progetto "Zero cani in canile" che, lanciato dalla sua ideatrice Francesca Toto, da Vieste viene ormai replicato (con successo) in tutt'Italia.

D'altra parte il desiderio dei fedeli di assistere alle funzioni religiose con i loro amici pelosi è indiscutibile (come dimostra, tra l'altro, il sondaggio di Wamiz) e questa lodevole iniziativa non fa che dimostrare, per l'ennesima volta, l'estrema adattabilità che dimostrano i nostri amici a quattro zampe pur di essere circondati dall'affetto di noi umani.