News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Gli negano l’ambulanza, il Tribunale si mobilita per il cane guida

cane-labrador-sdraiato

Negano l'ambulanza ad un cane guida colto da malore.

© Pixabay

Centralinista dell’Asl nega l’ambulanza ad un cane d’assistenza colto da un improvviso malore. Tutti gli impiegati del Tribunale di Napoli si mobilitano per soccorrerlo.

Di Coryse Farina, 4 dic 2019

Accade tutto nella giornata di lunedì 2 dicembre intorno alle 13:00, quando il cane guida di uno degli impiegati ciechi del Tribunale di Napoli, viene improvvisamente colpito da un malore.

A pochi passi dalla Procura, in via Grimaldi, sono quindi attimi di vero panico sia per il cane caduto di colpo a terra, che per il padrone cieco ritrovatosi immediatamente da solo, avvolto dal buio e incapace di capire cosa stesse succedendo.

Per fortuna, però, diverse avvocatesse presenti sul posto di lavoro, non si sono lasciate prendere dallo spavento e subito sono accorse in aiuto.

Un rifiuto deplorevole

Senza esitare una di loro, infatti, chiama i soccorsi, tuttavia la risposta che riceve è tutto fuorché quella immaginata.

Il centralinista dell’Asl della sezione veterinaria contattato, infatti, si rifiuta categoricamente di inviare un’ambulanza visto che il cane aveva con sé il suo padrone, nonostante fosse fatta precisazione di trattarsi di un cane guida:

«È stato inutile motivare che si tratta di un padrone particolare, inutile provare a far capire che il cane è la guida del cammino di un uomo che non vede, di un dipendente del Tribunale che quotidianamente affida tutto se stesso all’istinto dell’animale», spiega a ilMattino.it un avvocato con l’amaro in bocca.

Il soccorso “fai da te” e la colletta

Senza lasciarsi abbattere dalla porta in faccia ricevuta dal centralinista allora, diversi avvocati, operatori del diritto, utenti del palazzo di giustizia e agenti di polizia penitenziaria si sono mobilitati per portare da sé soccorso al cane. 

Dopo averlo avvolto in un tappeto, lo hanno trasportato quindi fino all’auto di uno dei dipendenti e lo hanno portato al pronto soccorso veterinario più vicino insieme al suo padrone.
Il cane è stato immediatamente visitato dai medici e si presume abbia avuto una lesione alla spina dorsale.

Oltre ad averlo soccorso, tutti gli impiegati del Tribunale di Napoli hanno anche fatto una colletta con tanto di sottoscrizione, sperando di poter contribuire sensibilmente alle spese delle cure mediche dell’animale. Un gesto ammirevole, prova di grande umanità e rispetto per il prossimo.