News :

Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

L'ENPA di Savona dice NO ai fuochi d’artificio

cane-in-bianco-e-nero-di-profilo dog-cat-serious

L'Enpa di Savona lancia un appello per chiedere la sostituzione dei fuochi d'artificio. 

© Facebook @Enpa Savona

L’Enpa lancia un appello al Comune di Savona e ai suoi sponsor: no ai fuochi d’artificio pericolosi per anziani e animali, sì a fontane colorate e droni luminosi.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 11/12/19, 09:00, aggiornato il 19/12/19, 16:41

Giusto qualche settimana fa, un negozio di ferramenta tedesco ha scelto di astenersi dalla vendita di fuochi d’artificio per dare il buon esempio. Oggi invece, tocca alla città di Savona.  

L’appello dell’Enpa

A prendere la parola questa volta non è un negozio, ma l’Ente Nazionale per la Protezione Animali della città di Savona. Gli impiegati, venuti a conoscenza dello sponsor scelto dal Comune per finanziare il grande spettacolo che ogni anno caratterizza la notte di Capodanno, hanno deciso di intervenire.

Così tramite un comunicato e le firme di oltre 500 abitanti e del Comitato Aree Canine e del Comune di Savona, l’Enpa ha rivolto un appello direttamente e pubblicamente allo sponsor stesso.

La richiesta prevede l’abolizione dei fuochi d’artificio e la sostituzione degli ultimi con fontane colorate e coreografie studiate con droni luminosi.

Il tutto molto silenzioso e spettacolare al tempo stesso. 

Un città sensibile ai rumori

La richiesta dell’Enpa non è dettata dal caso: «Savona infatti è una città dove vivono moltissimi anziani, spesso soli, tante famiglie con cani (7.900 iscrizioni all’Anagrafe canina dell’ASL2) e gatti (oltre 9.000), molte altre persone con gravi problemi di salute e dove si trovano un grande ospedale e una decina di strutture di ricovero di persone malate, anziane o disabili, nonché sempre più animali selvatici "urbanizzati"».

 

NO AI FUOCHI ARTIFICIALI RUMOROSI A SAVONA, SI AI DRONI LUMINOSI. Savona è una città dove vivono moltissimi...

Posted by Enpa Savona on Monday, December 2, 2019


Si tratta dunque di cittadini ed animali a cui i fuochi d’artificio tradizionali provocano non pochi danni. Negli ultimi anni infatti, sono state rilevate centinaia di fughe di cani e gatti che spesso non sono stati più ritrovati o si sono messi in serio pericolo e decine di segnalazioni di uccelli morti.
Diventa dunque necessario agire in fretta.