News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Sentono dei rumori provenire dalla cantina e scappano

casa-legno-orso-bruno

Una famiglia californiana si ritrova un vero e proprio orso in cantina!

© Facebook @BEAR League

Quando dalla cantina di un’abitazione californiana iniziano a provenire degli strani rumori i proprietari subito vanno in allerta. L’animale è ancora più grande di quanto immaginano.

Di Coryse Farina, 13 dic 2019

Tutto inizia quando i primi di novembre una famiglia residente nei pressi del lago Tahoe in California, sente dei rumori molto forti provenire dalla cantina della loro abitazione.

Tutti all’inizio pensano si tratti di un cane o un gatto rifugiatosi per combattere il freddo invernale, tuttavia si sbagliano di grosso.

Un orso in cantina

Dopo qualche ora, senza nemmeno scendere a controllare, i proprietari dell’abitazione capiscono che i rumori sono troppo importanti per essere dovuti ad un cane, quindi senza attendere un secondo di più chiamano la Bear League poiché molto probabilmente c’è un vero e proprio orso sotto i loro piedi.

Se per alcuni scendere in cantina può risultare quasi pauroso a causa degli spazi stretti e bui, per altri invece è un giaciglio perfetto.
Durante il periodo di novembre, infatti, con l’arrivo dell’inverno, gli orsi sono soliti cercare un luogo stretto e caldo per andare in letargo. 

Il protagonista della storia, quindi, doveva aver trovato la porta della cantina aperta e reputato perfetto quel luogo per il suo lungo riposo.

Tecnica di allontanamento

Tutti gli abitanti di quella zona, trovandosi nel cuore del Parco Nazionale dello Yosemite, sanno bene di essere circondati da circa 400 esemplari di orsi bruni. Essendo quindi molto alte le probabilità di imbattersi in uno di loro, sanno bene come comportarsi e chi chiamare.

Il giorno successivo infatti, Ann Bryant la direttrice di Bear League dopo la segnalazione, si reca sul posto per occuparsi proprio del giovane orso in cantina.
Senza attendere oltre, entra nell’abitazione senza farsi vedere dal nuovo inquilino e aziona un macchinario speciale in grado di spaventarlo. Dopo diversi tentativi, l’orso ha agito proprio come doveva, tornando verso l’uscita e scappando via dall’abitazione.

 

It’s that time again... Bears searching for den sites under houses with easy access to the crawl space. Yesterday this handsome big guy was all nestled in underneath this house and the residents heard him ‘remodeling’. They called the BEAR League. We let him know he had to move somewhere else because he had caused some damage while moving around in the tight quarters. It took him a while to ‘agree’ but he finally crawled to the opening and, after looking at us for a bit as if to say, “Are you Sure I have to go?” he made is way out. The moral of this story is: Securely close up potential den sites under your house or cabin BEFORE the bears discover them. And if you find you have a ‘guest’, a large furry one, call us. We will safely get him out and will help make sure they can’t get back in after we leave. (It is considered harassment of wildlife to repeatedly chase a bear out but do nothing to keep him out). We want to thank this wonderful family for calling the BEAR League for help and for not wanting the bear harmed.

Posted by BEAR League on Friday, November 15, 2019


Insomma, tutto è bene quel che finisce bene e fortunatamente nessuno si è fatto male.
Quel che è certo però, è che dopo lo spavento, i proprietari hanno iniziato a chiudere sempre per bene la porta della cantina!