Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Animali in città: i numeri del dossier di Legambiente

cane e gatto dog-cat-wow

Cani e gatti in Italia: Legambiente dà i numeri.

© Anusha Barwa / Unsplash

Sono tra gli 11 e i 27 milioni i cani in Italia, mentre i gatti più di un milione. Numeri esorbitanti se si considera che tantissimi animali non sono registrati all'anagrafe e per i gatti non c'è l'obbligo. Ecco i dati raccolti da Legambiente.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 16/12/19, 16:38, aggiornato il 19/12/19, 16:41

Cani e gatti in Italia: il dossier Animali in città stilato da Legambiente, presentato a Napoli, analizza i dati forniti dalle amministrazioni comunali e dalle aziende sanitarie che, tramite un questionario, hanno rivelato i numeri degli animali in Italia.

Cani in Italia

Secondo le anagrafi canine regionali, i cani presenti in Italia a dicembre 2019 sono di 11.630.328. Un dato che, però, contrasta con quello pervenuto da 50 Comuni di alcune regioni italiane che riporta un numero differente: i cani in realtà sarebbero ben 27.312.000.

Quindi, a conti fatti ci sarebbe un cane ogni 2,5 cittadini, numero più, numero meno.

Gatti in città

Situazione diversa per i gatti per i quali, non essendo obbligatoria l'iscrizione all'anagrafe, il controllo incrociato dei dati dei felini registrati e quelli forniti dai comuni è ancora più difficoltoso.

I gatti iscritti, infatti, sarebbero 602.421, ma bisogna considerare anche le colonie feline che, secondo 250 Comuni intervistati, alzerebbero il numero a circa 1 milione di animali.

Analizzando, poi, ciò che hanno risposto al questionario altri 50 comuni di diverse regioni italiane e le tre Aziende sanitarie locali di Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna, il numero aumenterebbe di tantissimo: ben 2.395.000 sarebbero, infatti i gatti presenti sul territorio italiano.

Numeri incerti

Nonostante le varie indagini, i numeri non possono essere ancor definiti per certo. Questo perché secondo il dossier di Legambiente, solo il 16% dei Comuni dichiara di avere un canile sanitario, necessario a salvare gli animali randagi feriti.

Situazione ancora peggiore per i gattili sanitari, che sono solo il 6% nei piccoli comuni e il 36% nei Comuni dei capoluoghi.