News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Non vedente e cane guida sotto accusa per un motivo scandaloso

ragazzo e labrador

Un non vedente è stato accusato di maltrattamenti dagli attivisti.

© Twitter @Jonathan Attenborough

Un non vedente scozzese, Jonathan Attenborough, è stato attaccato in pubblico insieme al suo cane guida da qualcuno che si professava "difensore dei diritti degli animali".

Di Nina Segatori , 26 dic 2019

La prima volta che è stato accursato, Jonathan si trovava in un bar di Edimburgo. Al suo fianco c'era il fido Labrador che da aprile lo accompagna nella sua quotidianità, visto che il ragazzo è non vedente da 5 anni.

Un uomo, quindi, si è avvicinato e, senza mezzi termini, gli ha detto che i cani dovrebbero correre liberamente e non essere tenuti al guinzaglio costringendolo a stare seduti in un bar. L'uomo voleva difendere i diritti del cane, ma senza troppa aggressività. Sembrava più intenzionato a parlare che a scontrarsi. Quando il trentenne ha spiegato le sue ragioni e ha raccontato all'uomo quanto bene vivesse il suo amato cane, l'accusatore ha mollato la presa e ha capito. Quell'accusa,però, ha lasciato il non vedente scioccato e alquanto in difficoltà.

Il secondo attacco

Un altro confronto, molto più acceso, è poi avvenuto in un bar di Portsmouth. Questa volta, da parte di una donna, che ha affermato di essere un'attivista per i diritti degli animali e lo ha additato come un uomo crudele, perché teneva il suo cane legato e costretto a stare seduto in un posto chiuso. 

«Era molto vicina ai nostri volti, il che ci ha messo molto a disagio - ha raccontato Jonathan - Sono stato molto sorpreso. Ho provato a parlarle, ma lei non ha ascoltato, sembrava solo arrabbiata. È arrivata al punto che suo marito è dovuto intervenire e portarla via».

Tanta paura

Oggi Jonathan è pieno di paure ed è spaventato da quello che potrebbe succedere in futuro, ogni volta che qualcuno lo vede seduto in un bar con il suo cane. Ad intervenire in difesa del ragazzo ci ha pensato Tim Stafford, di Guide Dogs, un'associazione che da anni dona supporto ai non vedenti.

«Fortunatamente, tali eventi sono rari. Il benessere dei nostri cani è assolutamente il più importante, sono allevati e addestrati con grande cura» ha assicurato, sperando che certi episodi non si ripetano mai più.