News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Crescere con un cane riduce il rischio di schizofrenia

cane-e-bimbo

I bimbi cresciuti con un cane hanno meno probabilità di sviluppare disturbi psichiatrici.

© Shutterstock

Secondo un recente studio i bambini cresciuti insieme ad un cane dalla nascita, hanno una minore possibilità di sviluppare il disturbo schizofrenico.

Di Flavia Chianese, 30 dic 2019

Tali disturbi dipendono sia da fattori genetici, che da interazioni ambientali: dai dati analizzati per lo studio della Hopkins University di Baltimora (USA), è emerso infatti che il sistema immunitario, entro un certo range di età, può essere influenzato positivamente dall’interazione con un cane domestico.

Lo studio

Lo studio è stato condotto nell'ospedale Sheppard Pratt di Baltimora, e pubblicato sulla rivista Plos One: l’analisi ha riguardato 396 soggetti con schizofrenia e 381 con disturbo bipolare, successivamente confrontati con 594 soggetti sani.

Incrociando i dati raccolti è emerso che l'esposizione ad un animale domestico come il cane, entro il 13esimo anno di vita, può essere associata ad una riduzione del rischio di schizofrenia del 24%, mentre per chi ha posseduto un cane fin dalla nascita, addirittura il 55% in meno.

Non sono state rilevate invece significative differenze in bambini cresciuti con un gatto.

Come è possibile?

L’ipotesi è che il nostro sistema immunitario, fino ai 12-13 anni di età, risulti più “sensibile” all’interazione con particolari agenti esterni, come appunto il bioma del cane:

«Non conosciamo il meccanismo», ha detto l'autore principale dello studio, Robert H. Yolken, professore di Pediatria alla Johns Hopkins, tuttavia ci sono differenze rilevabili geneticamente nelle persone affette da tali disturbi rispetto a quelle sane.

«Una possibilità potrebbe consistere nel fatto che avere un cane in casa modifichi il microbioma e cambi la probabilità di sviluppare un disturbo psichiatrico», afferma.