News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Gli Usa sospendono l’invio di cani antiesplosivi in Egitto e Giordania

Ritratto cane

La decisione necessaria dopo il report che ha accertato la morte di più esemplari.

© Pixabay

La decisione è stata presa in seguito alla scoperta delle condizioni di stenti in cui versano gli animali impiegati nelle zone interessate e in seguito alla morte di alcuni esemplari per incuria e malnutrizione.

Di Serena Esposito , 3 gen 2020

Il Dipartimento di Stato americano ha deciso di applicare severe sanzioni contro l'Egitto e la Giordania in una questione relativamente sconosciuta di cooperazione diplomatica nella lotta al terrorismo: la fornitura di cani specializzati nella rilevazione di esplosivi.

La decisione

L'ispettorato generale degli Stati Uniti ha riscontrato numerose negligenze nel trattamento di questi speciali alleati contro gli esplosivi, da parte delle autorità dei paesi interessati. Numerosi cani hanno perso la vita durante il loro soggiorno in Egitto e Giordania. E questo per motivi prevenibili, come avvelenamento, colpo di calore o malattie legate ad una palese mancanza di cure

Questi cani rientrano nel progetto antiterrorismo che gli Usa attuano nei Paesi Mediorientali e costituiscono un grande valore: quelli che sono già in sede vi resteranno, ma il Dipartimento di Stato americano ha chiesto di migliorare le loro condizioni ed ha dichiarato che non verranno inviati nuovi esemplari.

Washington ha espresso così il dissenso in un comunicato stampa del 23 dicembre:

«Ogni morte di un cane a terra è un evento estremamente triste. Prenderemo tutte le misure possibili per evitare che ciò accada di nuovo. Il cane antiesplosivo gioca un ruolo cruciale nei nostri sforzi antiterrorismo all'estero e nel salvare vite americane».

I paesi interessati

Secondo i rapporti è emerso che tre dei dieci cani forniti nel 2019 all’Egitto, sono morti prematuramente. Uno per cancro ai polmoni, il secondo per patologia della colecisti e il terzo per esposizione a temperature eccessivamente alte.

Per quanto riguarda la Giordania, il paese cui è destinato il maggior numero di cani antiesplosivi americani, un cane ha perso la vita di recente a causa della mancanza di cure adeguate e un altro è stato soppresso al suo ritorno negli Stati Uniti.

Svariati sono stati inoltre i casi di maltrattamento non solo ad Amman ed Il Cairo, ma anche in altri 8 paesi.