News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Treviso, un Collie fugge di casa per dare l'ultimo saluto al padrone

cane-di-razza-collie

Erick voleva forse dare il suo ultimo saluto al suo umano.

© Shutterstock (immagine di repertorio)

Quella che vi raccontiamo oggi è una storia molto commovente. Un Collie è scappato di casa a Capodanno per andare a trovare qualcuno a lui molto caro.

Di Ilenia Colombo , 7 gen 2020

Un cane di razza Collie, di 4 anni di età, ha fatto di tutto per ritrovare il suo padrone portato via dall’ambulanza la vigilia di Natale.

Una fuga...a fin di bene

Dopo aver passato dei giorni molto tristi sentendo la mancanza di Flavio Franco, il suo padrone, il cane Erick ha scavato una buca nel giardino di casa, ha percorso vari chilometri fino ad arrivare all’obitorio del’ospedale di Costa, in provincia di Treviso.

Secondo quanto riportato dal gazzettino.it, Laura, la figlia di Flavio afferma che «Erick era scappato il 1 gennaio dalla nostra casa in centro a Vittorio. Ha vagato tra Cozzuolo, Carpesica, Ogliano, San Fior, Colle Umberto e Anzano. Lo abbiamo cercato giorno e notte trovandolo vicino all’ospedale dove è stato riposto il corpo di mio papà in attesa del funerale».

Il cagnolino si è probabilmente accorto che c’era qualcosa di strano quando ha visto l’ambulanza portare via Flavio, docente di disegno alle medie e rinomato architetto della città.

La segnalazione su Facebook e il ritrovamento

«Abbiamo subito segnalato la scomparsa in un gruppo Facebook di Vittorio Veneto. Le segnalazioni sono arrivate subito e ci hanno permesso di ricostruire il suo “itinerario”, tuttavia non riuscivamo mai ad arrivare in tempo. Credo fosse spaventato», afferma Laura. 

La ragazza, dopo aver saputo ieri sera che il cane si trovava nei pressi dell’ospedale di Costa, si è immediatamente recata sul posto con la madre e l’altro cane di casa, un Pastore Tedesco.

Erick, impaurito e leggermente diffidente, è riuscito a superare la paura riconoscendo Laura ed abbracciandola affettuosamente.

«Quando l’ho trovato mi sono girata e ho visto alle mie spalle l’obitorio dove era stato portato papà. Mi sono venuti i brividi lungo la schiena. Erick ha fatto tutta questa strada in cinque giorni ed è arrivato fino al luogo dove c’era il suo amato padrone».

Questa storia tenera e strappalacrime è l'ennesima prova della grande sensibilità che provano gli animali.