News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Aeroporto di Bologna: no al cane in aereo, la coppia la risolve così

la cagnolina abbandonata

La cagnolina abbandonata all'aeroporto di Bologna.

© Facebook @etvrete7

La storia all'aeroporto di Bologna, Guglielmo Marconi: due passeggeri si sono visti rifiutare il cane all'imbarco. Non potendo prendere l'aereo col quattro zampe, i due proprietari hanno preso un'orribile decisione.

Di Eleonora Chiais, 9 gen 2020

Dovevano partire per Mosca dall'aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, ma il cane, sprovvisto degli indispensabili documenti sanitari e del microchip, non poteva imbarcarsi.

Per questo una coppia di turisti americani ha deciso "semplicemente" di abbandonarlo nel parcheggio dell'aeroporto. 

No all'imbarco

La triste vicenda è avvenuta il giorno dell'Epifania quando una coppia di turisti provenienti dagli Stati Uniti e diretta da Bologna a Mosca ha dapprima tentato di condurre sull'aereo un Jack Russel di 4 anni sprovvisto degli indispensabili documenti sanitari.

Di fronte al secco rifiuto del personale aeroportuale i due, senza troppi scrupoli, hanno deciso di "liberarsi" del cagnolino lasciandolo - chiuso nel trasportino - tra le auto posteggiate all'esterno dell'aeroporto.

La scoperta del cane

Come riporta Il Messaggero, però, fortunatamente il cane è stato velocemente notato da alcuni addetti che hanno allertato la polizia permettendo agli agenti di intercettare la coppia poco prima che i due riuscissero ad imbarcarsi sul volo.

Gli americani, così, sono stati denunciati e il cagnolino è stato affidato al canile locale. 

Il messaggio del canile

Ma le vicissitudini della povera bestiola (che si è scoperto essere una cagnolina di circa 4 anni d'età) non si sono certo concluse così.

In meno di 24 ore, infatti, il centro che lo ha accolto ha ricevuto oltre 500 richieste di adozione per il "famoso cane dell'aeroporto" e questo ha spinto i volontari del Canile Intercomunale di Trebbo di Reno a pubblicare su Facebook un lungo post.

«Al momento sono pervenute circa 500 richieste ma non accettiamo prenotazioni (né telefoniche, né via mail, né via messaggio). Non è un pacco di Amazon. Chi vorrà adottare la cagnolina potrà farlo soltanto dopo averla conosciuta dal vivo e soltanto previo percorso preaffido (come da prassi)».

I volontari poi, sulla falsariga di quanto già fatto dai loro colleghi romani dopo la vicenda di Filippo "il cane del bus", hanno approfittato dell'occasione per scagliarsi (ben poco velatamente) contro coloro che si fanno avanti per adottare i cani "celebri" ma chiudono gli occhi, e il cuore, di fronte agli altri animali costretti, magari per anni, in canile.

«Ci sono canili in ogni Comune, che hanno gli stessi diritti e bisogni del “famoso cane dell’aeroporto” - hanno concluso, infatti - quindi smettete di chiamare e scrivere per lei, almeno per il momento. In alternativa, abbiamo in Canile altri cani di piccola e/o media taglia, che, anche loro, hanno i medesimi diritti e bisogni della cagnolina in questione».

 

CAGNOLINA ABBANDONATA: GIA' 500 RICHIESTE DI ADOZIONE, MA CI SONO TANTI ALTRI CANI CHE ASPETTANO UNA FAMIGLIA Sono...

Posted by Ètv on Wednesday, January 8, 2020