News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

PubblicitĂ 

Sardegna, la petizione che chiede le visite degli animali in ospedale

cane-visita-padrona-in-ospedale dog-cat-serious

La petizione chiede di ricevere la visita degli animali domestici in ospedale.

© Shutterstock

Sul portale di petizioni online Change.org, alcune persone si sono mobilitate per chiedere al Consiglio regionale della Sardegna di approvare una legge che permetta ai pazienti ricoverati in ospedale di ricevere le visite dei loro amici a quattro zampe.

Di Ilenia Colombo , 21 gen 2020

Si tratta di una raccolta firme per far sì che cani, gatti ed altri animali domestici possano rendere visita ai loro proprietari che si trovano in ospedale.

La petizione di Salvatore Cappai

Lanciata tre giorni fa da Salvatore Cappai, avvocato e grande amante degli animali, la richiesta, che conta già oltre 1000 firme, se approvata dal Consiglio regionale della Sardegna, consentirà agli animali da compagnia di andare a trovare i loro padroni ricoverati negli ospedali della Sardegna.

Come riporta Cappai sul portale della petizione, Change.org, i benefici sulla salute derivati dal relazionarsi con gli animali domestici sono notevoli:

«I dati scientifici raccolti anche in Italia negli ultimi decenni dimostrano gli effetti positivi prodotti sulla salute dal rapporto tra persone ed animali domestici. Si è parlato di una relazione in grado di stimolare l’interesse verso gli altri e di creare un’empatia che spinge anche pazienti socialmente isolati e depressi a reagire e a sentirsi utili».

I benefici del contatto con gli animali

L’avvocato Cappai spiega i numerosi effetti benefici che hanno gli animali nelle persone, specialmente nelle categorie considerate più “fragili”, come bambini, anziani e, appunto, le persone malate:

«I nostri amici a quattro zampe, oltretutto, offrono le loro migliori cure alle persone che più ne hanno bisogno. I maggiori benefici, infatti, si riscontrano nei bambini, negli anziani e negli ammalati».

Cappai continua il suo appello dicendo che «Gli animali, grazie alla loro naturale capacità di dare e ricevere affetto, calmano l’ansia, trasmettono calore, aiutano a superare lo stress e la depressione. È stato persino dimostrato che accarezzare un animale riduce la pressione arteriosa e contribuisce a regolare la frequenza cardiaca».

Inoltre, l’avvocato aggiunge che «Il contatto con gli animali aiuta poi a sostituire affetti mancanti o carenti ed è particolarmente adatto a favorire i rapporti interpersonali, offrendo spunti di conversazione, di gioia e di gioco. Se gli animali sono dei medici così formidabili, non sarebbe opportuno consentirgli di esercitare questa loro innata professionalità anche negli ospedali?».

La mozione esiste già

In effetti, c’è da dire che la richiesta (n. 61/2019) è già presente al Consiglio Regionale della Sardegna da diverso tempo proprio per autorizzare gli animali ad accedere alle strutture sanitarie pubbliche e private per poter rendere visita ai loro padroni.

Cappai quindi chiede al Consiglio regionale sardo di approvare la suddetta richiesta già presente o una simile: «Ho deciso, attraverso questa petizione, di avviare una campagna di sensibilizzazione che solleciti il Consiglio Regionale sardo a votare la mozione riportata o altra analoga che consenta le visite degli animali in ospedale».

Speriamo che la richiesta venga accettata in modo da permettere agli amici a quattro zampe di esercitare il loro "potere curativo" anche quando i loro padroni ne hanno più bisogno.