News :

Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

La seconda cucciolata del cane clonato

cucciolo intubato dog-serious

La supermamma clonata tre anni fa ha dato alla luce la sua seconda cucciolata.

© Twitter @SooamBiotech

Sette cuccioli per la supermamma clonata tre anni fa da un team di scienziati sudcoreani, affiancati da scienziati russi: il team ora spera di clonare il mammut lanoso estinto da resti conservati nel permafrost siberiano.

Di Serena Esposito

Pubblicato il 22/01/20, 14:50

Una seconda cucciolata naturale per Kerechene, la cagnolina clonata tre anni fa da un team di scienziati sudcoreani e russi, scopriamo di più.

Il cane clonato

La neomamma per la seconda volta, dopo la cucciolata di maggio 2019, Kerechene, è un cane da caccia di razza Laika, presente in Siberia orientale.

Il team di ricercatori guidati da Hwang Woo Suk per la Sooam Biotech Research Foundation, ed affiancati da scienziati russi dell’Università Federale Nord-Orientale di Yakutsk, hanno clonato la piccola Kerechene tre anni fa, da cellule prese dall’orecchio della sua mamma.

La cucciolata

La scorsa primavera il cane ha avuto la sua prima cucciolata naturale, e il giorno di Capodanno del 2020 ha dato alla luce altri 7 cuccioli, di cui 5 femmine nere e 2 maschi più chiari, tutti in perfetta salute.

Dopo il consueto periodo da trascorrere con la mamma i cuccioli saranno ceduti ai cacciatori per affiancarli nel loro lavoro.

La cucciolata naturale e la salute dei piccoli costituiscono una conquista e una speranza per i ricercatori russo-sudcoreani, che si sono posti l’ambizioso progetto di recuperare cellule dal permafrost siberiano per riportare alla luce specie estinte, come il mammut lanoso.