TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Perde tutto in un incendio tranne il gatto, ma il destino cambia ogni cosa

gatto-baciato-da-anziano-uomo cat-sad

Per Ali la cosa più importante è il suo fedele gatto.

© YouTube @NΞXTA

Sono stati attimi di puro terrore per l’anziano ottantatreenne Ali Meşe. Nonostante le fiamme, però, riesce a salvare la cosa più importante: il suo gatto Sarıkız.

Di Coryse Farina , 6 feb 2020

Accade tutto nel dicembre 2018 quando l’abitazione di Ali Meşe un uomo anziano di 83 anni, prende improvviamente fuoco.

Una grande esplosione

Le cause dell’incendio non sono certe, tuttavia molto probabilmente tutto nasce da un’improvvisa esplosione.

Ali ha pochi ricordi di quegli attimi da incubo, ma è certo di una cosa: visto il gran freddo che caratterizza gli inverni turchi, stava provando ad accendere una stufa a gas per potersi riscaldare almeno parzialmente.

Tuttavia, qualcosa deve essere andato storto e l’esplosione del calorifero ha provocato un enorme incendio. Nei secondi successivi, la casa di Ali interamente costruita in legno inizia a prendere fuoco e le fiamme dilaniano ogni cosa.

L’anziano capisce che non gli resta che scappare, ma prima di uscire di casa però, piuttosto che provare a salvare soldi o oggetti preziosi, Ali pensa ad un unica cosa: il suo gatto.

Senza esitare, quindi, corre alla ricerca di Sarıkız ed insieme escono velocemente dalla casa per chiedere aiuto.

Tutto distrutto ma c’è ancora speranza

Le ore successive all’incendio sono atroci. Oltre ad aver perso tutto, Ali è costretto a trasferirsi a Bolu dal figlio, lasciando cosi anche il suo piccolo villaggio e tutti i suoi amici.

Tuttavia, proprio quando tutto sembra perduto, il web offre una luce in fondo al tunnel.

Il video registrato dai giornalisti durante l’incendio, infatti, suscita grande scalpore. Le immagini che riprendono l’uomo in lacrime abbracciato forte al suo gattino e cosciente di aver perso tutto, fanno il giro del mondo sollecitando solidarietà e aiuto.

Nel giro di qualche giorno la storia di Ali arriva dritta alle orecchie del Ministro per la famiglia e le politiche sociali che decide immediatamente di aiutare il povero uomo.

Così, grazie agli aiuti dello Stato, diversi volontari della fondazione Bolu Social Aid and Solidarity Foundation si sono adoperati per costruire una nuova casa proprio lì dov’era rimasta solo cenere!

Dopo qualche mese di lavori, Ali è potuto tornare a vivere nel suo piccolo villaggio e ovviamente il suo gattino rosso lo ha seguito.

Una storia strappalacrime che ha avuto un lieto fine soprattutto grazie all’aiuto dei volontari e delle condivisioni sul web!