News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

In Italia 120 cani torturati ogni giorno: l'età degli aguzzini dà i brividi

cane in primo piano

Ogni giorno 120 cani vengono torturati. Gli aguzzini sono soprattutto ragazzi tra 10 e 14 anni.

© Pixabay

I numeri (ovviamente parziali) parlano di oltre 100 cani torturati ogni giorno. La denuncia dell'AIDAA: il fenomeno è più diffuso nel Sud Italia e i responsabili sono soprattutto adolescenti.

Di Eleonora Chiais , 11 feb 2020

Tutti i giorni, ogni 12 minuti, in Italia un cane viene torturato con ferocia e spesso muore.

La denuncia arriva dall'Associazione Italiana Animali e Ambiente che racconta una situazione da far accapponare la pelle e punta il dito contro gli adolescenti: gli aguzzini dei quattrozampe indifesi, spiega l'AIDAA, sono perlopiù bambini e ragazzi tra i 10 e i 14 anni.

Una tortura ogni 12 minuti

I dati, però, sono parziali.

«Di molti di loro non si sa nulla – si legge nella nota diffusa dall'Associazione – di molti altri si scoprono gli orrori dopo che qualche volontario recupera il cane in pessime condizioni e si prodiga per curarlo e ne posta le fotografie».

In questo panorama decisamente tetro i numeri non possono lasciare indifferenti.

«Il numero conosciuto è da far tremare i polsi per la violenza sui cani - continua l'AIDAA - e sopratutto per l’età degli autori di queste violenze gratuite e che portano spesso alla morte dell’animale torturato, picchiato e sempre più spesso ammazzato. Stiamo parlando di 120 cani che ogni giorno vengono picchiati, impiccati, torturati con il fuoco o più "semplicemente" presi a calci in mezzo alla strada».

I responsabili? Adolescenti spesso impuniti

Gli autori di queste violenze sono nella maggior parte dei casi ragazzini di età compresa tra i 10 ed i 14 anni.

«Una violenza inaudita e gratuita – conclude la nota – che troppo spesso non viene punita. Le bande di bulli operano specialmente nelle regioni del sud dove maggiore è il randagismo ed in particolare in Campania, Sicilia, Calabria e Puglia».

Il numero per denunciare le violenze

Una presa di coscienza su questo fenomeno è d'obbligo per tutti così come diventa decisamente indispensabile educare i più piccoli al rispetto degli animali. 

Allo stesso tempo, però, tutti devono intervenire quando si trovano ad assistere a scene di violenza ai danni dei più deboli.

Per facilitare le denunce già nel giugno del 2010 l'AIDAA ha attivato un numero di cellulare (348 7611439) al quale è possibile, tramite sms, denunciare i maltrattamenti a cui si assiste.

Un piccolo gesto per dire no alla violenza.