TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Coronavirus: padroni in quarantena calano il cane dal balcone

cane affacciato al balcone dog-angry

I padroni in quarantena calano dal balcone i cani per far fare loro la passeggiata.

© Pixabay

Impossibilitati a portare giù il cane per la passeggiata, i padroni cinesi in quarantena hanno risolto il problema calando i loro cani dal balcone: una idea seppur ingegnosa, molto pericolosa per gli animali.

Di Serena Esposito , 21 feb 2020

L’epidemia di Coronavirus sta mettendo a dura prova i cittadini cinesi da molteplici punti di vista: uno di questi è la passeggiata per i loro amici a quattro zampe.

Calati dal balcone

Così i cani vengono calati dal balcone, grazie all’uso di lunghi cavi aggiunti al guinzaglio, per fare una breve passeggiata sulla strada sottostante l’edificio.

La pratica, ripresa in un video pubblicato da La Stampa, è diventata subito virale sul web, tanto da obbligare le autorità cinesi a sconsigliare questo tipo di soluzione alla popolazione.

Sebbene ad una prima occhiata possa sembrare una trovata geniale, calare il cane dal balcone può essere estremamente pericoloso per l’animale.

I cavi, difatti, potrebbero cedere, o potrebbero cedere i nodi che li legano al guinzaglio, o il cane potrebbe urtare contro le balaustre dei piani inferiori, insomma più rischi che giovamenti, che certamente possono essere evitati a Fido.

Il video

Uno dei primi video diffusi online è stato pubblicato su un social network cinese e riprende un uomo che cala un cane legato ad una corda verde per 4 metri, durante a giornata di domenica nella cittadina di Qiqihar.

Sul social alcuni utenti hanno trovato il video divertente, ma quelli più assennati lo hanno giudicato pericoloso ed irresponsabile.

L’emergenza per gli animali

Oltre a questo tipo di pratica che fortunatamente resta ancora circoscritta, lo stato di emergenza per gli animali domestici risulta molto alto: nonostante l’OMS abbia messo in chiaro che si tratta di un virus specie specifico, molti padroni dotano i loro animali di mascherine e protezioni filtranti.

Tutto quello che c'è da sapere sul Coronavirus in cani e gatti

Nondimeno, la situazione risulta più critica in altre province dove gli animali sono gettati dalla finestra dai loro stessi padroni, per paura del contagio, o sono cacciati e uccisi per le strade con l’aiuto di volontari che speculano sulla paura e l’ignoranza della gente.