News :

Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Rischi per cani e gatti nell'epicentro del Coronavirus (Video)

cani e gatti in appartamento dog-cat-sad

Una volontaria a Wuhan ospita nel suo appartamento 35 cani e 28 gatti.

© Twitter @FurryWuhan

I volontari cinesi lanciano l’allarme: nell’epicentro del Coronavirus gli animali rischiano di morire di fame. Ecco perché gli animali domestici risultano essere le vittime indirette del COVID-19.

Di Eleonora Chiais

Pubblicato il 03/03/20, 15:45, aggiornato il 20/03/20, 14:34

Disperata, a Wuhan, la situazione per gli animali domestici. A denunciarla alla BBC una volontaria del locale centro di accoglienza Furry Angels Heaven che ha chiesto di mantenere l'anonimato.

E nel frattempo chi è costretto lontano da casa chiede aiuto per evitare che i propri cani e gatti muoiano di fame

Abbandoni e paure

«Nell'ultimo mese - ha spiegato la volontaria di Furry Angels Heaven ai microfoni dell'emittente britannica - ho salvato molti cani: la maggior parte di loro era stata abbandonata dai padroni».

Malgrado l'Organizzazione Mondiale della Sanità abbia detto chiaramente che gli animali non sono veicoli di contagio, infatti, la paura dilaga con conseguenze che spezzano il cuore. Il risultato? La donna allo stato attuale delle cose ospita nel suo appartamento 35 cani e 28 gatti

«Qui - spiega ancora - la situazione è tragica. Non possiamo uscire di casa e ho paura che il cibo per i miei animali finisca. Sono anche spaventata dal pensiero che se io e i miei parenti verremo contagiati dal virus i nostri animali possano essere uccisi dalla polizia».

Padroni in quarantena, animali in difficoltà

Il problema delle scarse derrate alimentari per gli animali domestici è anche legato alle quarantene.

Molte persone, infatti, si sono recate in visita ai parenti in altre zone della Cina (specialmente in occasione delle vacanze per il Capodanno) e poi sono rimaste bloccate dallo stop dei trasporti. I loro animali, però, li aspettavano a casa e ora rischiano di morire di fame.

Per ovviare a questo rischio le richieste di aiuto corrono sui social, in particolare su Weibo dove in molti si rivolgono ai concittadini invocando aiuto nella gestione di cani e gatti. 

Un aiuto che, però, non sempre arriva. Un altro volontario ha infatti spiegato alla BBC che la situazione è molto pericolosa per gli animali.

«Molti di loro - ha detto - sono morti di fame e la situazione nei centri d'accoglienza è un incubo».