Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Donna scopre alcuni cani maltrattati tra gli arbusti

foglie-secche dog-angry

Trovati un gruppo di cagnolini maltrattati tra gli arbusti.

© Shutterstock (immagine di repertorio)

Durante una tranquilla passeggiata domenicale, un’abitante di Łódź sente diversi mugolii provenire dagli arbusti di un giardino. Quando si avvicina è un vero choc.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 09/03/20, 15:05

 

Tutto accade lo scorso Dicembre a Łódź, una cittadina polacca, situata al centro del paese. Una donna intenta nel godersi l’aria frizzantina dell’inverno, sente dei lamenti provenire dal fondo di un giardino.

Incuriosita e già leggermente preoccupata, si avvicina agli arbusti e con estremo stupore scorge un gruppo di cuccioli di cane dal mantello nerissimo.

Poco più in là invece, una cagnolina adulta magra e ricoperta di sangue. Quando la donna le si avvicina, non abbaia, non ringhia, né difende i suoi cuccioli. Ha solo tanto bisogno d’aiuto. Così senza nemmeno conoscere la sua salvatrice, le si avvicina e inizia a leccarle una mano. 

Senza esitare allora, e con ancora le lacrime agli occhi, la donna assembla tutti i cani e rimane in attesa che i volontari della protezione animali della città arrivino sul posto per prendersene cura.

Gli animali sono in gravi condizioni

Quando la mamma e i suoi sei cuccioli arrivano al pronto soccorso veterinario, i medici sanno che bisogna fare in fretta. Nonostante i grandi sforzi che la madre aveva fatto per nutrire i suoi cagnolini, non era stato abbastanza. I piccoli, infatti, erano malnutriti e molto magri.

Ma la situazione peggiore era quella della loro mamma. La cagnolina, oltre ad essere gravemente sottopeso, aveva anche dei grossi e sanguinosi tagli sul capo, segno di una violenta aggressione per mano di un oggetto duro e ricurvo.

Nonostante ciò, però, non smette di riporre fiducia nella bontà degli umani e si lascia accudire.

I medici, poi, prendono immediatamente in cura anche tutti gli altri cuccioli in base ai loro singoli bisogni.

Colpevole ritrovato grazie ai social

La protezione animali della città, una volta messi al sicuro tutti i cuccioli e la mamma, decide di non lasciarla vinta al colpevole di quello scempio.

Senza esitare pubblica dunque le foto di tutti gli animali sulla pagina Facebook e lancia un appello:

«Chiunque abbia delle informazioni sul possibile responsabile, non esiti a chiamare la protezione animali di Łódź».

Il potere dei social funziona immediatamente e, nel giro di qualche ora, la pubblicazione viene ricondivisa migliaia di volte.

Il mattino successivo, i volontari hanno già l’identikit del colpevole. Tutte le informazioni sull’uomo vengono poi trasmesse alla polizia che lo arresta immediatamente.

Attenzione: ricordiamo a tutti che come in Polonia, anche in Italia chiunque maltratta un animale viene punito dalla legge. Le pene prevedono una reclusione dai 3 ai 18 mesi o una multa che va dai 5000 ai 30000 euro