News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Coronavirus e quarantena: veterinari online gratis per cani e gatti

gattino-dal-veterinario dog-cat-wow

Veterinari gratis online in tempo di Coronavirus.

© Pixabay

In un periodo d'emergenza come quello che l'Italia sta attraversando, i veterinari hanno deciso di aiutare cani, gatti e i loro proprietari in caso di malattia e problematiche di salute durante la quarantena.

Di Nina Segatori , 10 mar 2020

Un'iniziativa lodevole quella promossa da Vetonline24, che offre una consulenza gratuita online a chi ha necessità di recarsi dal veterinario perché il proprio animale sta male.

Il tutto per incoraggiare e aiutare le persone a rimanere a casa a causa del Coronavirus.

Attenzione: c'è qualcuno che, approfittando del triste periodo, promuove corsi a distanza per diventare veterinario, educatore cinofilo e figure simili, ma che in realtà non hanno alcun riconoscimento legale.

Consulti gratuiti

Vetonline24 è una piattaforma composta da veterinari, a cui ogni professionista può aderire. In questo clima di necessità dovuto all'altissimo rischio di diffusione del Covid 19, ha deciso di mettere a disposizione gratuitamente i propri medici per consulenze online. 

Così tutti coloro che hanno bisogno di recarsi dal veterinario perché il proprio animale domestico presenta una qualche problematica di salute, potrà rivolgersi a un medico direttamente online, per una prima "visita" telefonica gratis e capire cosa fare.

Il team di specialisti, reperibile 24 ore su 24, ascoltato il padrone dell'animale, potrà formulare una possibile diagnosi iniziale e indicare se effettivamente ci sia il bisogno di una visita urgente o se si può agire in maniera diversa, senza uscire di casa. 

Occhio ai corsi a distanza

Oltre a questa bellissima iniziativa, i medici di Vetonline avvisano: ci sono organizzazioni che, approfittando del periodo e della disoccupazione che porta con sé, stanno proponendo corsi a distanza per diventare veterinario, educatore cinofilo e figure simili.

In realtà sono tutte formazioni che non hanno valenza legale e non sono riconosciute dalla legge. L’unica figura riconosciuta tra le tante proposte è quella del tecnico veterinario, che prevede un contratto di lavoro nazionale a cui fare riferimento. Attenzione, quindi, a non incappare in qualche iniziativa inutile.