News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Coronavirus: la Difesa Animale chiede il buon senso per cani e gatti

cane-gatto-all'esterno dog-cat-serious

Occorre semplice buon senso in questo periodo di quarantena.

© Pixabay @ilyessuti

Mentre i casi di coronavirus sono in aumento in Italia e in gran parte del mondo, la rete di Difesa Animale francese lancia un appello contro l'eutanasia di cani e gatti o il loro abbandono nel contesto del coronavirus COVID-19.

Di Ilenia Colombo , 13 mar 2020

Con città quasi deserte, misure di sicurezza sempre più rigide, migliaia di persone contagiate e centinaia di decessi, l'Italia si trova in una situazione estremamente delicata in questo periodo di emergenza da coronavirus, detto anche COVID-19.

E gli animali da compagnia non sono immuni da questo caos, anche se ormai è risaputo che non possono essere contagiati dal coronavirus umano né tantomeno essere trasmettitori di tale virus all'uomo.

Nonostante la continua circolazione di queste importanti informazioni da parte dell'OMS, di altri enti o medici, c'è ancora chi pensa che cani e gatti siano vettori del COVID-19.

Verso richieste di eutanasia per gli animali domestici?

Ad Hong Kong un cane era risultato per la prima volta positivo (ma molto debolmente) al COVID-19. Una scoperta che ha seminato un vento di panico tra i proprietari di animali che avevano paura di poter essere contagiati dal loro cane o gatto. Una situazione tale che gli abbandoni si sarebbero moltiplicati, proprio come le richieste di eutanasia...

Affinché questo modello non si ripeta nel proprio Paese, se si considera anche che l'AIDAA ha affermato che i casi di abbandono in Italia sono aumentati, molti veterinari francesi hanno informato i cittadini sull'argomento, così come i rifugi ed associazioni, per rassicurare le persone. 

Questo è ciò che ha fatto la rete di Difesa Animale a Lione, metropoli francese. Questa rete che riunisce rifugi indipendenti ha deciso di lanciare un appello al buon senso ed ha affermato chiaramente che in nessun caso si dovrebbe far sopprimere con l'eutanasia il proprio animale domestico oppure abbandonarlo.

In effetti, i rifugi sono già troppo pieni e non saranno in grado di resistere a un afflusso troppo grande di animali.

Il mio animale domestico può essere contagiato o contagiarmi?

Come detto in precedenza, l'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma gli animali non possono trasmettere la malattia. Non sono quindi vettori di trasmissione, ma semplicemente "superfici" che possono essere "toccate". 

Questo è esattamente ciò che è successo al cane di Hong Kong, che non aveva infatti i sintomi del virus. 

L'unica cosa che rimane importante è lavarsi bene le mani dopo aver accarezzato il cane o il gatto e osservare rigorose misure igieniche, che ci sia o no il coronavirus.

In caso di quarantena, è sufficiente usare il buon senso implementando alcune modifiche.