News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

PubblicitĂ 

Coronavirus: la decisione del Governo su adozioni nei canili e gattili

cane-rifugio-guarda-speranzoso dog-cat-serious

Canili e gattili italiani sempre più in difficoltà.

© Shutterstock (immagine illustrativa)

In questo periodo di emergenza da Coronavirus, dove il caos spopola un po’ in tutto il mondo, anche canili e gattili devono fare i conti con l’emergenza. In particolare, le strutture del Nord Italia stanno riscontrando non pochi problemi, tra cui la temporanea sospensione delle adozioni.

Di Ilenia Colombo , 16 mar 2020

Sale sempre più la preoccupazione per gli addetti delle strutture ospitanti cani e gatti in questo periodo di emergenza da Coronavirus.

Stop alle adozioni

Tra le misure imposte dal Governo per cercare di arginare i contagi e la propagazione del COVID-19, è inclusa quella di chiudere anche le strutture che accolgono animali in difficoltà interrompendo quindi le adozioni di cani e gatti fino a nuova comunicazione.

Secondo quanto riportato dal fattoquotidiano.it, gli addetti del canile di Lodi ad esempio, stanno operatori che stanno facendo turni molto lunghi e spostandosi solo dietro permessi del presidente, veterinari disponibili ininterrottamente...

Dopo il decreto del 12 marzo, però, la situazione si è complicata ancora di più, essendo state bloccate le adozioni di cani e gatti:

«I soli utenti che potranno venire in canile saranno i proprietari dei cani accalappiati per venire a riprenderseli», afferma la responsabile del canile lodigiano al fattoquotidiano.it.

Serena Fiorilli dal canile di Trebbo di Reno spiega invece che è preoccupata per i cani che erano già stati prenotati e quindi, a causa del blocco delle adozioni, i futuri proprietari di cani e gatti ci ripensino.

L'amore per gli animali vince su tutto

Cinzia Maddalena, del Gattile di Conegliano, afferma speranzosa che:

«L’amore per cani e gatti vince sempre anche in questi momenti delicati».

E aggiunge che c’è anche chi, fiducioso che da inizio aprile tutto torni come prima, ha già prenotato i gattini ancora in gestazione.

A livello personale, Cinzia afferma che in questo momento di emergenza può dedicare più tempo a casa ai suoi cani e gatti.

«Sarò lì con loro in attesa che l’emergenza finisca», conclude.

Vi ricordiamo che non c'è alcuna prova scientifica che cani e gatti possano trasmettere il COVID-19 all'uomo. Cani e gatti non si abbandonano! E presto potremo tornare ad adottare tanti quattro zampe bisognosi.