News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

PubblicitĂ 

Beagle George scrive all'Assessore: quali regole per le mie passeggiate?

beagle george dog-serious

Il Beagle George scrive alla Regione Piemonte: cosa posso fare nelle mie passeggiate?

© Facebook @georgebeaglegeorge

Il cane star del web scrive alla Regione Piemonte per sapere come evitare multe durante le sue passeggiate in tempi di quarantena da coronavirus. La (pronta) risposta dell'Assessore subito condivisa con i suoi quasi 80mila follower.

Di Eleonora Chiais , 14 apr 2020

Beagle George, il cane idolo del web (grazie al suo seguito di quasi 80mila follower sui social), chiede delucidazioni sul tema delle passeggiate in tempi di Coronavirus.

L'assessore risponde subito: «è la prima volta che riceviamo una richiesta d'aiuto da un amico a quattro zampe». Ecco com'è andata.

Passeggiate con i cani in quarantena: le domande di George

Beagle George, che dalla cittadina di Dogliani, nel cuneese, ha conquistato il mondo a suon di scatti teneri e buona educazione, ha scritto al Governatore del Piemonte Alberto Cirio.

L'argomento del post era una richiesta di delucidazioni circa ciò che cani e padroni possono (o meno) fare, durante le passeggiate quotidiane dei pelosetti in tempi di Civid-19 per "espletare i bisogni fisiologici".

Lo stesso messaggio, poi, la sua padrona l'ha inviato anche all'Assessore regionale alla protezione civile Marco Gabusi, che non ha tardato a rispondere.

 

Buongiorno amici, auguro una serena Pasquetta a voi tutti. Torneranno presto le passeggiate, gli alberi, la libertà e...

Posted by Beagle George on Monday, April 13, 2020

La risposta dell'Assessore Marco Gabusi

«Il padrone - ha scritto l'assessore nella sua risposta, subito condivisa con i fan 2.0 del Beagle cuneese - è tenuto a rimanere nelle vicinanze della residenza e domicilio. Questo non vuol dire dover stare proprio a 200 metri perché l'aiuola può essere più distante».

In particolare, spiega Gabusi: «il decreto n. 39 del 3 aprile 2020 firmato dal presidente della Regione Piemonte al punto 26 recita: “Nel caso di uscita con l’animale da compagnia per le sue necessità fisiologiche, la persona è obbligata a rimanere nelle immediate vicinanze della residenza o del domicilio, con obbligo di documentazione agli organi di controllo”. Questo significa che per gli animali da compagnia non c’è l’obbligo di passeggiare entro i 200 metri da casa, proprio perché sappiamo che non siete, come dici anche tu, dei “robottini”. Bisogna però rimanere il più possibile vicino a casa». 

 

Sono molto contento amici, l’assessore della Regione Piemonte Marco Gabusi ha risposto a un mio messaggio di aiuto che...

Posted by Beagle George on Friday, April 10, 2020

Cosa aspettarsi dal futuro?

La speranza per il domani, termina l'assessore, è che - pian piano - si possa arrivare finalmente ad un miglioramento.

«Sappiamo che è durissima non poter fare le passeggiate e gli scorrazzamenti di un tempo - si legge infatti nelle righe conclusive del messaggio - ma stiamo lavorando affinché si possa gradualmente ampliare il margine di libertà di tutti, pelosetti inclusi. Ma naturalmente per poter essere un po’ più liberi domani, oggi dobbiamo seguire le regole che ci sono state date. Una carezza a te e un saluto ai tuoi padroni».

 

Forse vi sono momentini minuscolini di felicità, e sono quelli durante i quali si dimenticano le cose brutte. La felicità, signorina mia, è fatta di attimi di dimenticanza. ( Totò a Oriana Fallaci, intervista)

Posted by Beagle George on Sunday, April 5, 2020