Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Akita americano nota qualcosa di strano nel ventre della padrona incinta

Lo strano comportamento del cane quando una giovane donna di nome Alhanna è rimasta incinta ha sorpreso lei e il compagno Ricky. La cagnolina Keola stava forse cercando di dirgli qualcosa? 

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 25/04/20, 18:18

Dicono che i cani percepiscano il pericolo, che hanno un sesto senso per sapere se qualcosa non va.

Ed è esattamente quello che è successo ad Alhanna Butler qualche anno fa con il suo cane Keola.

La gravidanza ha cambiato tutto

Alhanna e il suo compagno, Ricky, hanno scoperto con grande gioia che avrebbero avuto un bambino, come hanno spiegato alla redazione di bavardist.com.

 

Everyone meet our baby Keola 👸🐶 couldn't be happier, move into our own house and got a little girl to look after us. Officially going to be the most spoilt little girl xx

Posted by Alhanna Butler on Tuesday, July 8, 2014

Tutto procedeva senza intoppi e la loro quattrozampe continuava ad essere affettuosa come sempre.

Ma dal quarto mese di gravidanza, Keola ha iniziato a comportarsi in modo insolito.

All'inizio la coppia non ha dato importanza all'inusuale atteggiamento del cane: forse l'animale era solo curioso di sapere cosa stesse succedendo lì dentro?

Il suo comportamento insistente ha iniziato però a preoccupare i suoi umani: continuava ad annusare e persino a colpire la pancia della ragazza... Stava cercando di comunicarle qualcosa?

Un giorno fatidico

Apparentemente la gravidanza di Alhanna stava andando bene, ma quando ha raggiunto la settimana 16 ha cominciato a provare un forte dolore nella parte bassa della schiena, così intenso da non riuscire quasi a camminare.

Senza esitare, la coppia ha deciso di correre in ospedale per verificare che sia il bambino che la madre stessero bene. 

Il dottore ha rassicurato la coppia dicendo che il bambino stava bene, ma che la gravidanza stava avendo effetti negativi sul corpo della madre. Per cui riposo e rilassamento erano i suoi consigli per la donna. 

Tuttavia, il dolore non ha smesso e sia la famiglia che la cagnolina della coppia hanno continuato a insistere sul fatto che stesse succedendo qualcosa di brutto.

Alhanna, nonostante il forte dolore che provava, si è preparata per andare al lavoro. Ma non appena era sul punto di uscire di casa, la sua migliore amica a quattro zampe non glielo ha permesso: si è messa letteralmente tra lei e la porta.

È stato allora che la donna si è sentita ancora peggio e la coppia è dovuta recarsi nuovamente al pronto soccorso.

Le notizie che gli hanno dato non erano buone: Keola aveva ragione...

Una gravidanza rischiosa 

Con ulteriori test, i medici hanno scoperto che Alhanna aveva una grave infezione renale e segni vitali molto deboli che mettevano in pericolo sia lei che il bambino.

Fortunatamente, il trattamento antibiotico ha migliorato la situazione e la futura madre è stata in grado di continuare la sua gravidanza.

Alla fine, nel novembre 2015, Lincoln è venuto al mondo, un adorabile bambino che Keola ha ricevuto a casa con molta emozione e gioia.

Sebbene i genitori fossero molto felici di avere tutta la famiglia insieme, avevano anche paura che Keola, a causa principalmente delle sue dimensioni, potesse inavvertitamente far del male al bambino.

Leggi questo articolo per saperne di più su una migliore convivenza tra cani e bambini

Tuttavia, i cani di questa razza, l'Akita americano, amano la tranquillità e il loro spazio e non sono i più affettuosi con i bambini, specialmente quando sono più giovani.

Nonostante ciò, questi due piccoli hanno vissuto mille meraviglie sin dall'inizio. Keola si era già presa cura di Lincoln quando era nella pancia della mamma e sta continuando a farlo ancora adesso.

La prova che, prima ancora che nascesse il bambino, è nata un'amicizia che durerà una vita. Adorabili!

Ecco i due amici qualche anno dopo e sempre inseparabili!

Attenzione: Nonostante le tenere immagini, i bambini non dovrebbero essere mai lasciati soli con un cane senza la supervisione di un adulto.