Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

27 giugno: giornata contro l'abbandono degli animali domestici!

cane-abbandonato-in-strada-da-un-auto dog-cat-serious

L'abbandono degli animali non è un'opzione.

© Shutterstock (foto illustrativa)

Il 27 giugno l'associazione francese Solidarité-Animal organizza la Giornata mondiale contro l'abbandono degli animali domestici. Un'iniziativa di solidarietà per affrontare i 100.000 abbandoni che si svolgono ogni anno nel mondo.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 27/06/20, 09:35

Per il secondo anno consecutivo, l'associazione francese Solidarité-Animal  (precedentemente chiamata Solidarité Refuges) è impegnata nel benessere degli animali organizzando il 27 giugno, la Giornata mondiale contro l'abbandono degli animali domestici.

Quest'anno è il secondo anno consecutivo che prende inizio questa importante iniziativa contro l'abbandono degli animali da compagnia e noi di Wamiz non possiamo che esserne felici di farne parte.

La data del 27 giugno non è scelta per caso: corrisponde all'ultimo sabato di giugno, vale a dire il fine settimana che precede in genere la prima grande partenza in vacanza.

Sfortunatamente, questo fine settimana sinonimo di gioia e festività, segna anche l'inizio del picco di abbandoni estivi.

I dati sull'abbandono degli animali in Italia

Secondo la LAV (Lega Anti Vivisezione) ogni anno vengono abbandonati mediamente 80 mila gatti e 50 mila cani, la maggior parte in strada, rischiando quindi di morire investiti dalle automobili, oltre che di stenti o maltrattamenti. Numeri davvero impressionanti.

Il picco degli abbandoni, invece, si riscontra nel periodo estivo.

Si stima che arrivi al 25-30% poiché, a causa delle vacanze e     del numero ancora limitato di luoghi e spiagge in cui l’accesso agli animali è consentito, tante famiglie scelgono di sbarazzarsi facilmente del proprio fedele compagno a 4 zampe.

E in generale, l'estate coincide con molti abbandoni in tanti Paesi del mondo, quando l'animale viene percepito come un vincolo e non più come un membro della famiglia.

È quindi urgente educare i proprietari a non sovraccaricare i rifugi, già severamente provati dai problemi derivati dal Covid-19 di quest'anno.

“Abbandonarmi è un reato. Testimonia”: la campagna dell'ENPA

Per combattere e prevenire i reati contro gli animali, gli abbandoni e spingere le persone a testimoniare e denunciare, l'ENPA ha dato il via alla campagna “Abbandonarmi è un reato. Testimonia”.

Un'iniziativa che l'Ente Nazionale per la Protezione Animali promuove ogni anno, all'inizio della stagione estiva.

 

Parte oggi la nostra campagna 2020 “Abbandonarmi è un reato. Testimonia” per contrastare e prevenire i reati contro gli...

Posted by ENPA - Ente Nazionale Protezione Animali on Monday, June 15, 2020

E, come si legge nel post che l'ente ha pubblicato sulla propria pagina Facebook:

«Abbandonare un animale non è solo una crudeltà ma un reato punibile anche con l’arresto».

Risorse per aiutare gli animali senza famiglie e combattere l'abbandono

Per aiutare gli animali bisognosi puoi aiutare i rifugi vicino a casa tua diventando volontario o fornendo loro cibo e/o attrezzature.

E perché no, puoi anche creare degli oggetti e accessori fai-da-te da offrire agli animali nei rifugi. Ogni piccolo gesto conta!

E tra tutte le cose che possiamo fare per aiutare gli animali in difficoltà, uno dei più forti rimane l'adozione nei rifugi. Adottare un animale significa salvarne due: quello che portiamo a casa per la vita e l'animale a cui lasciamo un posto in rifugio.