Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

Foresta dell'orrore: i gendarmi sotto shock alla vista dei cani (Video)

Dalla Dordogna, Francia, arriva una storia molto tritste. Quello che i gendarmi si trovano davanti ai loro occhi è una situazione inspiegabile dove dei poveri animali, tra cui cani da caccia e gatti, sono stati tenuti, da parte di alcuni cacciatori, in condizioni pessime...

Di Ilenia Colombo , 7 lug 2020

Avvisati dallo strano comportamento di un cacciatore, i gendarmi si recano nella sua proprietà in Dordogna, Francia.

Quando arrivano sul posto, scoprono alcuni animali tenuti in condizioni inaccettabili e decidono di contattare la fondazione animalista 30 Millions d'Amis per chiedere aiuto. 

Una triste visione

Quando si accorgono che mancano alcuni cani, decidono di andare a casa di un parente del cacciatore perché quest'ultimo avrebbe con sé due cani. Una volta arrivati, fanno una triste scoperta.

Infatti, una trentina di cani da caccia sono legati agli alberi intorno alla proprietà di quest'uomo.

«Un vero "canile" a cielo aperto», dicono i volontari nel video del sequestro degli animali pubblicato sul loro account Twitter.

E continua dicendo:

«La caccia è stata aperta da inizio giugno e i cani da caccia ne sono spesso le vittime collaterali».

Dato che i cacciatori non volevano tenere i cani dentro casa, hanno scelto di fargli vivere un inferno: la maggior parte dei poveri 4 zampe era in condizioni terribili ed aveva un disperato bisogno di aiuto.

Il sequestro degli animali

Alla fine, i volontari della fondazione hanno potuto sequestrare 15 cani e 6 gatti, secondo un articolo de La Dépêche. Nessuno dei felini era sterilizzato e c'era una gatta incinta prossima al parto.

È attesa una decisione per gli altri animali e la fondazione 30 Millions d'Amis ha già presentato una denuncia.