Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Scende dall'aereo: i doganieri rifiutano di far proseguire il cane

ragazza sorride guardando il cagnolino in braccio dog-happy

Una situazione che sarebbe potuta andare molto male per il cagnolino.

© Twitter @Lauren Tavar

Una volontaria di un'organizzazione internazionale ha avuto un colpo di fulmine per un cagnolino salvato dai suoi colleghi in Africa. La ragazza, volendolo portare con sé in America, si è ritrovata davanti ad un problema con la dogana, rischiando di non rivedere più il suo amato Socrates...

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 13/07/20, 13:13

Audra Elam lavorava per il Peace Corps (un'organizzazione di volontariato internazionale) in Togo, Africa, quando incontra Socrates, un cane di 5 anni che era stato salvato dai suoi colleghi volontari.

L'adozione di Socrates

Magro e disidratato, il cane acquista peso in poco tempo ritrovando anche il sorriso. E in poche settimane è divenuto il migliore amico di Audra.

Quando la missione all'estero della ragazza giunge al termine, Audra decide di portare Socrates a casa con sé in Illinois, Stati Uniti, dove avrebbe potuto continuare a offrirgli tutto il suo amore.

Un problema alla dogana

Sfortunatamente, quando Audra arriva all'aeroporto di New York con Socrates, i due vengono fermati dalla dogana per il vaccino contro la rabbia del cane che era scaduto.

Eppure, Audra aveva assunto una società specializzata nel viaggio di animali all'estero per assicurarsi che tutto fosse in ordine... Una precauzione che si è rivelata essere un errore. 

Gli agenti doganali spiegano quindi alla giovane donna che il cane dovrà essere rispedito in Ghana, Africa. Ma Audra si rifiuta di farlo perché al suo rientro il cagnolino potrebbe essere soppresso con l'eutanasia.

Audra suggerisce che il cane venga messo in quarantena e faccia il suo vaccino durante questo periodo. I funzionari doganali, però, rifiutano nonostante la pandemia globale di coronavirus: vogliono che Socrates stia in quarantena in Ghana.

Un aiuto che cambia tutto

Fortunatamente, questa storia ha attirato l'attenzione di diverse associazioni tra cui Animal Wellness Action, un gruppo di difesa con sede a Washington DC.

Il caso poi ha iniziato a far parlare di sé anche sui social network, in cui un deputato ha persino chiesto un po' di indulgenza in questo periodo complicato.

Tutto ciò alla fine ha avuto la meglio sulla decisione iniziale e Socrates è riuscito ad essere posto in quarantena negli Stati Uniti. Una grande vittoria!