Tutti gli annunci di adozione

Pubblicità

Bari, riapre la pet therapy per i bambini malati di tumore

bambina-con-cane dog-happy

Riapre la pet therapy al Policlinico di Bari.

© Facebook @Francois Riggi

Al Policlinico di Bari il progetto di pet therapy riapre le porte nel reparto di oncolematologia pediatrica dopo mesi di stop dovuti al Coronavirus. L’emozione di tutti è palpabile.

Di Coryse Farina , 17 lug 2020

Il coronavirus aveva bloccato tutto, anche i percorsi di pet therapy destinati ai malati degli ospedali.

Con la riapertura del paese, però, tornano a sorridere proprio tutti, anche i bambini dl reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari.

La motivazione è semplice: il progetto di pet therapy promosso dalle associazioni Apleti (Associazione Pugliese per la Lotta contro le Emopatie e i Tumori nell'Infanzia) e Vir Labor, torna in corsia.

Megan e Camilla alla riscossa

Dopo mesi di allontanamento, le cagnoline Megan e Camilla tornano in reparto per portare momenti di gioia e serenità a tutti i bambini malati di tumore.

Al via questa settimana e fino a data da destinarsi, ogni mercoledì tutti i piccoli pazienti, potranno quindi incontrare le due cagnoline e interagire con loro in assoluta sicurezza e in rispetto delle misure anticontagio.

Secondo le informazioni riportate dai medici del Policlinico, infatti, tutti gli operatori e gli educatori impegnati nel progetto sono stati sottoposti a tampone per escludere qualsiasi rischio di infezione da Covid-19 e devono attenersi a rigide regole di igiene prima di entrare in contatto con i piccoli pazienti. 

Momenti di gioia assicurati

Da quasi due anni, il progetto Pet Care regala sorrisi ai bambini e ragazzi dai 2 ai 18 anni in regime day hospital e di ricovero. 

«Il progetto nasce infatti con l'obiettivo primario di offrire ai bambini in terapie oncologica dei momenti di attività ludica e di svago. Nello specifico mira a contribuire al benessere psicofisico dei piccoli pazienti in terapia e migliorare la loro qualità di vita, fornire un possibile canale di espressione emotiva dei vissuti, proporsi come una terapia integrata nel percorso medico e psicologico», spiegano l’addestratore e comportamentista cinofilo di Vir Labor  Teodoro Semeraro e la psicologa dell'Apleti, Chiara Rutigliano.

Poter ricominciare è dunque un grande momento di gioia sia per i bambini che per i loro educatori.