Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Covid-19: nel Regno Unito, un gatto è risultato positivo al test

gatto alla finestra cat-serious

Un gatto è risultato positivo al test per il Covid-19.

© Shutterstock

Molto raro, il caso del gatto positivo al test, riscontrato dopo aver effettuato le analisi sull'animale che presentava sintomi di deficit respiratorio. Un risultato inaspettato che deve far pensare e riflettere ma non allarmare.

Di Nina Segatori , 28 lug 2020

Un gatto, nel Regno Unito, è risultato positivo al test per il Covid-19. A insospettire i medici, che inizialmente gli avevano diagnosticato herpes felino, è stato un problema respiratorio.

Gli unici casi sospetti di infezione da Covid-19 in animali domestici erano avvenuti a Hong Kong (2 cani) e in Belgio (1 gatto).

Una diagnosi inaspettata

Un dubbio diventato presto realtà, quando il gatto è stato visitato in via precauzionale, in un laboratorio nel Surrey. E i risultati, con stupore del proprietario, sono stati positivi al SARS-CoV2, noto anche come Covid-19.

Così il test è stati inviato all'Organizzazione mondiale della sanità animale, mentre il gatto lentamente, ma senza difficoltà, guariva. In realtà, aveva solo sintomi lievi, fortunatamente.

Una condizione rara 

I veterinari pensano che il gatto possa aver contratto il virus dai suoi proprietari, colpiti anche loro dal Coronavirus tempo prima.

Questi casi sono estremamente rari e non possono ancora scientificamente dimostrare che il virus sia trasmissibile tra uomo e animale. Inoltre, non ci sono prove che gli animali domestici possano trasmettere il virus all'uomo. 

Questo non toglie che la situazione, benché rara, debba far riflettere sull'importanza di adottare le precauzioni necessarie per evitare il contagio, poiché il pelo degli animali è, come qualsiasi altra superficie, un vettore di contagio.

Meglio, quindi, lavarsi le mani regolarmente, soprattutto dopo aver accarezzato un animale o se si è malati.