Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Husky vaga per le strade: il microchip mostra la triste verità (Video)

Questo meraviglioso Husky, trovato da un rifugio californiano, ha subìto le peggiori sevizie nella sua giovane vita e l'abbandono. Grazie all'aiuto dei volontari, adesso può sperare in un futuro radioso!

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 23/08/20, 14:31

Quando nell'agosto 2015 i volontari del rifugio per animali Seal Beach Animal Care Center della California hanno visto un Husky vagare da solo per le strade, sono rimasti sorpresi nel vedere un cane di razza così bello, randagio.

Un cane randagio diverso

Senza ulteriori esitazioni, i volontari hanno portato l'Husky, chiamato Nate, al rifugio e si sono subito resi conto che non era come gli altri cani randagi a cui erano abituati. Un dettaglio di questo cane dallo sguardo profondamente triste ha incuriosito tutti... 

I volontari hanno quindi deciso di scansionare il suo microchip nel tentativo di svelare il mistero e capire la storia di Nate. E la terribile verità è venuta fuori...

Il povero cane era stato registrato in un laboratorio ed era stato sottoposto per mesi agli esperimenti più brutali.

Tuttavia, la cosa peggiore è stata che il laboratorio irresponsabile lo ha poi abbandonato in strada senza rimorsi perché non volevano affrontare la sua condizione di "disturbo psicologico".

Un nuovo inizio dopo l'orrore

Il rifugio ha contattato i dipendenti del Beagle Freedom Project, la principale organizzazione mondiale per il salvataggio e il reinserimento degli animali utilizzati nella ricerca sperimentale.

Insieme, hanno trovato una madre adottiva che era pronta a prendersi cura di Nate con tutte le sue "cicatrici" psicologiche. Ha ideato un intenso piano di riabilitazione e ha lavorato con lui per mesi per curare il suo trauma.

Con il tempo e molto amore, Nate ha fatto passi da gigante, dimostrando che nulla è mai perduto. Gli auguriamo il meglio!