Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

Test per il Covid-19 con i cani: gli inizi in aeroporto

aeroporto dog-wow

L'esperimento che addestra i cani a fiutare il Coronavirus.

© Unsplash @tak_tag

Un team di esperti sta addestrando un gruppo di cani a fiutare il Covid-19 sulla pelle dell'uomo. L'esperimento ha già prodotto ottimi risultati e regala grandi speranze.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 03/09/20, 14:05, aggiornato il 03/09/20, 14:05

All'aeroporto di Helsinki, in Finlandia, sarà sperimentato il primo test per coronavirus effettuato dai cani.

Grazie al loro fiuto, 16 animali addestrati potranno scovare anche gli asintomatici.

Il progetto

Alcune cliniche veterinarie finlandesi hanno unito le forze, per finanziare l'innovativo progetto che consiste nell'addestramento di 16 cani da fiuto. Il loro compito sarà quello di individuare i positivi al Coronavirus.

L'idea è quella di operare negli aeroporti e in particolare in quello di Helsinki.

«Se il progetto avrà successo ci sarà bisogno di centinaia di cani», ha raccontato al Washington Post il rappresentante delle cliniche, Virpi Perala.

Già da un mese, a Dubai, cani addestrati a questo tipo di missione sono all'opera per annusare campioni di sudore e il risultato è sorprendente: nel 94,5% dei casi sono riusciti a rilevare la presenza del virus. 

L'olfatto dei cani

La rilevazione della presenza del Coronavirus nell'organismo dei viaggiatori che passano per l'aeroporto è possibile grazie a campioni di sudore, che vengono fatti annusare ai cani.

La teoria che si sta studiando e che è in via di validazione scientifica, è quella secondo la quale, quando una persona si ammala a causa di un virus, l'odore della sua pelle cambia e i cani sono in grado di sentirlo.

I lati positivi sono tanti: il tampone viene strofinato sul collo della persona da analizzare e non nelle cavità orale e nasali, rendendo il tutto meno invasivo, prima di tutto. 

Inoltre, i cani sarebbero in grado di individuare anche gli asintomatici. Se tutto procederà per il meglio, saremmo di fronte a una svolta importante.