Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Il Cane Canoro della Nuova Guinea è ancora tra noi (Video)

cane canoro della Nuova Guinea dog-wow

Il Cane Canoro della Nuova Guinea non è estinto.

© Youtube-Silver Cross Fox

Il Cane Canoro della Nuova Guinea, ritenuto estinto, è in realtà ancora in circolazione. Scopriamo insieme lo studio su questo animale straordinario che può insegnarci tanto anche sull’essere umano.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il 04/09/20, 11:27, aggiornato il 04/09/20, 11:31

Il Cane Canoro della Nuova Guinea, New Guinea singing dogs, è una razza di cane ormai ritenuta estinta (o almeno presente solo in cattività).

Sorvolando su alcuni avvistamenti, ultimo dei quali risalente al 2016, infatti, non c’erano fino ad oggi prove scientifiche della loro attuale esistenza.

Uno studio recente, però, smentisce questa credenza e rivela la presenza di questi esemplari in natura.

Lo studio

Analizzando tracce ritrovate di una popolazione di canidi scoperti durante una recente spedizione negli altipiani della Nuova Guinea, un team internazionale di scienziati ha scoperto che questi esemplari sono ancora presenti in natura. Ma non è tutto.

Ulteriori studi hanno permesso di mostrare il legame tra questi esemplari ed un’altra razza più vecchia: gli Highland Wild Dogs.

I genomi (insieme delle informazioni genetiche contenute nel DNA) delle due razze non sono identici, ma estremamente simili. Questa somiglianza che non si ritrova in alcun altro canide potrebbe implicare che in realtà si tratti proprio della stessa razza.

Le differenze sono talmente minime e giustificabili che i ricercatori sono giunti proprio a questa conclusione.

Il Cane Canoro della Nuova Guinea

Il Cane Canoro della Nuova Guinea è una razza creata dall’uomo e non particolarmente conosciuta, proprio a causa della scarsità di esemplari presenti allo stato selvaggio.

La caratteristica principale di questo cane è un vocalizzo particolarmente melodioso, di qui il nome di «cane canoro».

La riscoperta di questo esemplare, spiega uno degli autori dello studio «apre nuove porte per proteggere una creatura straordinaria che può insegnare ai biologi l’apprendimento vocale umano».

E continua:

«Il cane canoro della Nuova Guinea può anche essere utilizzato come un modello animale prezioso e unico per studiare come sorgono i disturbi vocali umani e trovare potenziali opportunità di trattamento».