Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Volontari scavano una tomba speciale per il cane mai adottato

Persone intorno alla tomba. dog-sad

Dajmien era amato da tutti. 

© Facebook @Tierschutz Berlin

Dopo aver passato una vita in canile, i volontari del rifugio riservano un ultimo regalo speciale al piccolo Dajmien: scavano una tomba davvero particolare.

Di Coryse Farina , 8 set 2020

Anche se non ne sentiamo mai parlare, sono migliaia gli animali che passano tutta la loro vita chiusi in un canile.

Certo, la maggior parte dei rifugi sono molto spaziosi e pieni di personale, ma una vita in famiglia sarà sempre un’altra cosa. 

Il piccolo American Staffordshire Terrier Dajmien ne sa qualcosa.

Amato da tutti ma senza famiglia

Dajmien fa parte di quei tanti cani nati e morti al canile.

Nonostante il carattere estremamente docile e affettuoso, non ha mai trovato una famiglia disposta ad adottarlo, passando così oltre 10 anni rinchiuso in gabbia.

Il motivo che ha impedito l’adozione, è molto probabilmente legato alla razza del cane che per antonomasia, viene definita come pericolosa.

Tuttavia Dajmien era tutto l’opposto: giocherellone, amorevole e disposto a tutto per dare e ricevere amore.

Il suo carattere poi, lo conoscevano in tantissimi dato che i volontari del rifugio pubblicavano foto e video del cane sull’account facebook.

Nonostante la sua popolarità, però, a causa di un linfoma maligno se n’è andato prima che qualcuno si decidesse ad accoglierlo in casa.

Un regalo speciale

La morte del cane è stata motivo di grande sofferenza per tutti i volontari del rifugio di Berlino poiché ormai era diventato di famiglia.

Tutti lo amavano incondizionatamente quindi, quando arriva il giorno del funerale, gli riservano un ultimo e speciale regalo: scavano una tomba a forma di cuore e piantano giusto al centro un piccolo alberello simbolo della vita.

 

Wir haben noch ein Bäumchen auf Dajmiens Grab gepflanzt. ❤️

Posted by Tierschutz Berlin on Saturday, September 5, 2020

L’immagine è stata poi pubblicata sui social e il cane ha ricevuto un ultimo saluto da centinaia di persone.

Speriamo che questa storia sia d’insegnamento e che tutti coloro che desiderano adottare un animale, prendano in considerazione l’idea di prenderlo al canile.