Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Gatto rinchiuso in una lettiera: la rabbia dei volontari sui social

lettiera chiusa con nasctro adesivo con gatto dentro cat-angry

Ancora un abbandono senza pietà per l'animale.

© Facebook @ Ecole du chat du pays d'Arles

Davanti all'entrata di un rifugio francese un povero gattino è stato trovato rinchiuso in una lettiera. L'Ecole du chat di Arles non ha esitato nel condividere questa triste storia ed esprimere la propria rabbia su Facebook.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 08/10/20, 12:42

Brutta sorpresa questa settimana per i volontari dell'associazione animalista francese Ecole du chat di Arles.

Dietro l'auto di una volontaria, proprio davanti al rifugio, c'era una lettiera per gatti abbandonata.

Un gattino rinchiuso nella lettiera

Dentro la lettiera, che era stata completamente chiusa con nastro adesivo prima di essere abbandonata senza pietà, c'era un gattino.

La persona che ha abbandonato il felino non ha neanche pensato o voluto dare alcune informazioni utili sull'animale.

Ovviamente il rifugio ha subito preso in cura il povero gatto, visibilmente stressato dagli eventi, e ha intenzione di fare di tutto perché si riprenda velocemente e abbia ancora una volta fiducia nell'Uomo.

Un post pungente su Facebook

Per far capire alle persone che abbandonare il proprio gatto in natura nella sua lettiera ermeticamente chiusa non è mai la soluzione giusta, il rifugio ha condiviso questa storia sulla sua pagina Facebook, non esitando a dare una cruda descrizione del proprietario dell'animale:

«Cosa conteneva quella lettiera ermeticamente sigillata? Un gattino, e sì, un gattino... Avete forse avuto paura di incontrarci e di spiegarci la situazione? Peccato, perché in questo modo passate per dei codardi!!».
 

Un cadeau nous attendait derrière le coffre de voiture d'une bénévole cet après-midi. Bien en vu, et proche du portail....

Posted by Ecole du chat du pays d'Arles on Tuesday, October 6, 2020

Abbandonare un animale, specialmente in un modo così crudele, non è mai la soluzione giusta. Se non si vuole o non si è in grado di prendersi cura di un animale domestico, non bisogna temere di chiedere aiuto agli enti competenti.