Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Uragano Delta: Ricardo Cordero mette al riparo 300 cani randagi

Per salvare quanti più cani randagi possibili dalla furia dell’uragano Delta, Ricardo Pimental Cordero ospita nella propria abitazione di Cancún circa 300 esemplari.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 12/10/20, 13:31

Lo scorso mercoledì 7 ottobre, l’Uragano Delta di categoria 4 ha raggiunto il nord est dello Yucatán (Messico). Venti ad oltre 180km/h, piogge torrenziali e onde alte tre metri hanno messo in pericolo migliaia di abitanti, sradicato alberi e provocato ingenti danni alle abitazioni. 

Date le previsioni, 40 mila persone sono state evacuate dalle zone più a rischio, ma cosa ne è stato degli animali?

Alcune persone come Ricardo Pimental Cordero hanno prestato soccorso a centinaia di randagi.

300 cani sotto un tetto

A prendersi cura di quanti più animali possibili, c’è il giovane messicano Ricardo.

Fondatore dell'associazione per il benessere degli animali Tierra de Animales di Cancún, Ricardo non ha esitato un attimo ad aprire le porte di casa sua a circa 300 randagi per metterli al riparo dalle condizioni climatiche.

Con un entusiasmo senza paragoni, giorno dopo giorno si prende cura di tutti quegli esemplari, nutrendoli e regalandogli affetto e attenzioni.

«Ormai casa mia è piena di cani e di cacca di cane», racconta con umorismo.

Ma non è finita qui perché oltre ai cani, Ricardo ospita anche gatti, pecore e capre, anch’esse senza un riparo.

 

Cuando este huracán termine, vamos a necesitar mucha ayuda para abastecer de alimento y muy seguramente para reparar...

Posted by Ricardo Pimentel Cordero on Tuesday, October 6, 2020

Un aiuto dagli altri abitanti

Per sollecitare gli altri abitanti delle città vicine a prendersi cura dei randagi, Ricardo ha anche iniziato una campagna di sensibilizzazione sui social.

Giorno dopo giorno racconta le sue peripezie con tutti quegli animali ottenendo così l’attenzione di migliaia di persone. Tanti condividono i suoi appelli sui social e in molti inviano donazioni all’associazione per poter comprare cibo e medicinali.

A questo punto non ci resta che sperare che tutti gli abitanti prendano l’esempio di Ricardo!

 

Ya empezó la lluvia

Posted by Ricardo Pimentel Cordero on Tuesday, October 6, 2020