Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Gemiti nella foresta, poi la terra si muove

foresta verdeggiante dog-angry

Una scoperta sconcertante.

© Shutterstock

Durante una passeggiata in un bosco Saint-Colomban, in Francia, è accaduto un evento raccapricciante. Fortunatamente, questa donna francese è stata così intelligente ed ha avuto tanto sangue freddo da riuscire a salvare una vita.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 27/10/20, 11:15

Circa un mese fa, durante una tranquilla passeggiata nella foresta francese di Saint-Colomban, una donna sente improvvisamente un gemito soffocato. Allarmata, si guarda intorno cercando le richieste di aiuto.

La donna poi segue il piagnucolio, assomigliante a degli abbai, fin quando non si avvicina e si mette alla ricerca.

Tuttavia, non riesce a trovare nulla. Solo quando guarda a terra si rende conto con orrore che qualcosa lì sotto si sta muovendo.

Un cane sepolto vivo

Senza esitazione, inizia immediatamente a spalare la terra fino a quando non si imbatte in un sacco della spazzatura. Dentro c'è un cane di circa 11 anni. Il piccolo Yorkshire Terrier deve aver chiesto aiuto da tempo...

Inorridita, la donna prende in custodia il povero cucciolo e lo porta dal veterinario in modo che possa essere esaminato e possibilmente curato.

Pene severe per l'ex proprietario del cane

L'animale fortunatamente sta bene ma l'ex detentore del povero Yorkshire, secondo quanto riportato dalla stampa locale, dovrà essere processato per il suo atto disumano.

2 anni di reclusione e 30.000 euro di multa: questa la pena che rischia il cinquantenne che voleva probabilmente sbarazzarsi del suo cane anziano, sebbene abbia affermato agli inquirenti che pensava che il suo cane fosse morto in seguito ad una caduta.

Attualmente l'uomo è accusato di gravi maltrattamenti o crudeltà verso un animale domestico. Non si sa tuttavia cosa lo abbia spinto a commettere un simile gesto.

In ogni caso, anche se condanniamo in ogni caso l'abbandono, ci sono diverse soluzioni per chi non può o non vuole più tenere con sé un animale domestico. Tra queste, portarlo in un rifugio per animali dove riceverebbe cure e amore e la possibilità di una nuova casa e non la strada dove rischierebbe solo di morire.