Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Covid-19 e animali: aiuti per chi è in isolamento (Video)

donna e cane dog-cat-wow

La Leidaa mette a disposizione dei malati i suoi volontari.

© Facebook @Michela Vittoria Brambilla

La Lega italiana difesa animali e ambiente della deputata Michela Brambilla torna in aiuto di chi è isolato a causa del Covid e non può badare al suo animale.

 

Di Nina Segatori

Pubblicato il 04/11/20, 11:43

Come è già accaduto nella prima ondata di Coronavirus e conseguente lockdown, la Leidaa, Lega italiana difesa animali e ambiente, che è l’associazione animalista della deputata Michela Vittoria Brambilla, torna in soccorso di chi è in isolamento. 

In realtà da quando è partita questa emergenza, l'associazione non ha mai smesso di dare il suo contributo, ma ora ha ribadito il suo impegno, per aiutare chi è in quarantena o in ospedale e non può curarsi del proprio amico a 4 zampe.

Covid -19 e animali

Tanti cani e gatti negli ultimi tempi stanno subendo le conseguenze della pandemia e anche se non vengono direttamente colpiti da questa emergenza, ne risentono comunque.

Questo perché molti padroni sono costretti a stare in isolamento, senza avere la possibilità di uscire, o ancor peggio sono ricoverati in ospedale, lottando contro il virus.

Così molti animali hanno perso le loro abitudini o addirittura sono rimasti soli senza nessuno che possa badare a loro. Per questo la Leidaa e la Brambilla hanno lanciarto un nuovo appello sui social.

Aiuto per chi ha bisogno

Sono ventimila gli interventi che la Leida ha messo in atto dall'inizio dell'emergenza e sono tantissimi quelli che ancora sono necessari.

Così la Brambilla in diretta sui suoi canali social ha chiesto la collaborazione di tutti i volontari, per aiutare gli animali degli isolati e dei malati.

«Noi ci occupiamo di animali e ambiente, ma vogliamo occuparci anche delle persone, perché gli animalisti veri hanno un grande cuore, sono persone solidali, che non si girano dall’altra parte quando qualcuno è in difficoltà».

Tutti coloro che non possono occuparsi del proprio animale a causa del Coronavirus possono chiamare lo 0289351244 per parlare con i volontari.«Siamo a vostra disposizione», ha specificato la Brambilla, sempre in prima linea per assicurare il benessere degli amici a 4 zampe.

 
LEIDAA PER EMERGENZA COVID-19, ON. BRAMBILLA: “TORNA A PIENO RITMO L’INIZIATIVA PER AIUTARE GLI ANIMALI DELLE FAMIGLIE COLPITE DALLA MALATTIA”

LE.I.D.A.A. PER EMERGENZA COVID-19, ON. BRAMBILLA: “TORNA A PIENO RITMO L’INIZIATIVA PER AIUTARE GLI ANIMALI DELLE FAMIGLIE COLPITE DALLA MALATTIA” “Non abbiamo mai smesso di aiutare le persone o le famiglie, colpite direttamente o indirettamente dal Covid-19, che non possono più accudire i propri animali. Considerando le restrizioni al movimento già imposte, e quelle che saranno imposte probabilmente a breve, abbiamo deciso di rilanciare a pieno ritmo l’iniziativa partita nella scorsa primavera”. Lo ha detto oggi, in una diretta sui social, l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, presentando la nuova fase della campagna “LEIDAA per emergenza Covid-19”. Il numero da chiamare per informazioni e per l’attivazione di volontari su tutto il territorio nazionale (ovviamente gratuita) è sempre lo stesso: 02-94351244. “Chi è stato colpito dal Covid-19, direttamente o perché si sono ammalati i suoi cari - ricorda l’on. Brambilla - ha spesso serie difficoltà a gestire gli animali da compagnia. Basti pensare alla situazione dei positivi in quarantena, a volte famiglie intere, che non sanno a chi affidare il proprio cane per farlo uscire per le quotidiane passeggiate o per portarlo dal veterinario. Il problema diventa ancora più grave se le persone vengono ricoverate e gli animali restano improvvisamente soli, drammatico quando i pazienti perdono la vita. Per questo - sottolinea - ho sentito l’esigenza di schierare LEIDAA al fianco delle famiglie, già investite dalla malattia, togliendo loro almeno la preoccupazione per i propri animali". I volontari della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente si prendono quindi cura degli amici a quattrozampe di chi non può uscire di casa e l'associazione prende direttamente in carico i cani, i gatti e gli altri animali di chi viene ricoverato, ospitandoli nelle proprie strutture e nelle case degli stessi volontari. Il bilancio dell’iniziativa è stato “lusinghiero: in pochi mesi circa 20mila casi trattati, migliaia di “passeggiate” per cani di persone malate o in quarantena, centinaia di cani e gatti (e pet di tutte le specie) presi in carico perché i proprietari non potevano occuparsene o non sono sopravvissuti al male, tantissime adozioni, migliaia di pasti e di interventi sanitari donati agli animali di persone in difficoltà per motivi legati alla pandemia. Ora ricominciamo come in marzo e in aprile, sperando che la corsa dei contagi rallenti, ma preparandoci anche ad un possibile lockdown generale”. Dall’esperienza della primavera scorsa è nato un libro fotografico, scaricabile dal link https://leidaa.info/wp-content/uploads/2020/11/LEIDAA-per-Emergenza-Covid-19-1_compressed.pdf. “È innanzitutto - afferma l’ex ministro - un omaggio ai nostri splendidi volontari, che voglio ringraziare con tutto il cuore per il grande lavoro svolto durante l’emergenza e perché continuano oggi, senza chiedere nulla in cambio, a garantire il loro generoso impegno a favore dei nostri fratelli più piccoli, che, per esprimere la loro gratitudine, possono soltanto scodinzolare e abbaiare”.

Posted by Michela Vittoria Brambilla on Monday, November 2, 2020