Cerchi cibo per i tuoi pet? Clicca qui

Pubblicità

Multa salata per chi affida il proprio animale a chi non è idoneo

gatti dog-cat-wow

Una donna ha ricevuto una multa per aver lasciato i suoi gatti in mani sbagliate.

© Unsplash @visucy

Dalla Corte Suprema arriva una condanna esemplare per chi affida il proprio animale domestico a chi non è in grado di occuparsene dignitosamente.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 25/11/20, 13:48, aggiornato il 08/02/21, 15:39

Una condanna senza precedenti, quella ricevuta da una donna di Ivrea, in Piemonte, per aver affidato i suoi gatti senza assicurarsi se, durante la sua assenza, avrebbero vissuto in condizioni decenti.

A niente è valso l'appello alla Corte Suprema dopo la multa ricevuta, che anzi ha inasprito la sentenza. Con la speranza che sia solo la prima di tante altre condanne nei confronti di chi tratta gli animali senza dignità.

Affidatari qualunque

La colpa della signora di Ivrea sarebbe stata quella di aver affidato, durante la sua assenza, i suoi gatti alle cure dei figli, che in realtà non potevano occuparsene in maniera tale da garantire loro un ambiente sano.

Anche loro in vacanza dal padre, andavano ad accudire gli animali a giorni alterni. I felini però sono stati trovati, come riporta Il Messaggero di Roma «in condizione di scarsa igiene, con presenza di urina e feci sparse sui giornali distribuiti sul pavimento, lettiera satura e ciotola dell’acqua stagnante e sporca».

Una debole difesa

La donna è stata condannata a pagare una multa di 1500 euro, ma ha provato a fare appello alla Corte Suprema, giustificandosi che le condizioni del suo appartamento erano così degradate perché aveva subito un furto.

Una motivazione che ai giudici è sembrata solo una pessima scusa, tanto che le hanno raddoppiato la multa.

In realtà, la signora è stata fortunata, perché affidare gli animali a qualcuno che non sia adatto rientra nel reato di maltrattamento e abbandono di animali e le multe possono arrivare fino a 10 mila euro.