Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Escursionista trova un gatto nella neve, quello che fa è emozionante

Nel bel mezzo del deserto di ghiaccio Canadese, un escursionista sente dei miagolii. Quello che succede dopo è magico.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 19/01/21, 07:06, aggiornato il 08/02/21, 15:38

Nel febbraio 2020, il 31 enne Max Adams intraprende un’escursione in solitaria di ben 60 chilometri attraverso la High Prairie di Alberta, in Canada.

L’intento, oltre ad essere quello di scoprire nuovi paesaggi era soprattutto legato alla beneficenza. Nell’ambito del progetto Movember, una campagna atta ad aumentare la consapevolezza sui problemi di salute degli uomini, Max voleva realizzare video da pubblicare su una piattaforma speciale al fine di raccogliere quante più donazioni possibili per la ricerca sul carcinoma della prostata e patologie affini.

Durante l'escursione però, a circa 10 chilometri dalla fine, l’uomo sente dei miagolii disperati. Aguzza la vista e in poco tempo scopre un micetto grigio incastrato su un albero. 

Aiutato velocemente

Il micio, un Bobtail americano, non riusciva a scendere dall’albero, era estremamente infreddolito e tremava.

Max quindi non esita un attimo ad accorrere in suo aiuto. Lo prende in spalla e cammina fino al villaggio più vicino per chiedere aiuto.

Una rapida visita presso una clinica veterinaria conferma che il gatto stava per morire di assideramento. Un pezzo della sua coda infatti era già completamente congelato. A parte il freddo però il cucciolo era sano.

Un epilogo straordinario

Una volta terminata la visita, Max è costretto a finire la sua escursione, ma si appunta i contatti della clinica per tenersi informato sui miglioramenti del cucciolo.

Quando alcuni giorni dopo richiama per avere notizie e scopre che ancora non ha trovato una famiglia, fa allora qualcosa di speciale: lo adotta!

Il pelosetto viene quindi ribattezzato col nome Hytch e si appresta a vivere i migliori anni della sua vita.