Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Gattino bloccato sul balcone chiede aiuto: la scena è sconcertante

Quando i vicini di casa sentono dei lamenti sul balcone, non possono fare a meno di contattare la Protezione Animali. Un gatto è in cattive condizioni.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 20/01/21, 07:15, aggiornato il 08/02/21, 15:38

Per fortuna, sono poche le volte in cui i volontari delle associazioni per la protezione degli animali si ritrovano a far fronte a degli episodi così sconcertanti.

Questa volta ci troviamo in Francia, più precisamente nella periferia di Marsiglia. Tutto ha inizio tre settimane fa, quando gli abitanti di un palazzo cominciano a sentire dei miagolii e dei lamenti insistenti provenire da un balcone limitrofo.  

Insospettiti dalla presenza di un gatto in cattive condizioni, dopo aver atteso qualche giorno nella speranza che la situazione migliorasse, chiamano la Protezione Animali francese e segnalano la cosa.

Rinchiuso tra i suoi escrementi

I volontari della SPAME dopo aver udito la rapida descrizione di uno degli abitanti, si recano immediatamente sul posto e trovano quello che si aspettavano: un gatto di circa un anno rinchiuso in pochissimi metri quadri di balcone: sporco, circondato dagli escrementi e senza un riparo contro le intemperie.

Come se tutto ciò non bastasse, mentre il cucciolo soffriva il freddo e il maltempo, la sua proprietaria se ne stava tranquilla in casa.

Senza nemmeno provare a negoziare o a sentir ragioni con la donna quindi, i volontari sequestrano l’animale.

Il felino viene poi portato in clinica, asciugato, riscaldato e visitato dai medici. 
Appena si sarà ripreso completamente, potrà essere dato in adozione.

 

Ce soir à la Spame💗

Posted by Veronique Scarica LA Spame on Wednesday, December 30, 2020

Uno sfogo sui social

Non volendo tenere nascosta questa terribile vicenda sintomo di grande indifferenza, la volontaria che in prima persona si è occupata del salvataggio del gatto maltrattato ha deciso di condividerla sui social.

Con un post su Facebook carico di rabbia e risentimento, Veronique denuncia l’accaduto e prega chinque abbia l’intenzione di adottare un animale a riflettere bene prima di fare un gesto tanto importante.

I cuccioli non sono dei peluche che possiamo mettere da parte quando non abbiamo voglia di prendercene cura. Bisogna tenerlo sempre a mente.