Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Wilma, il Pastore maremmano avvelenato a Firenze, chiede aiuto

cane-in-gabbia-e-bambino-abbracciato dog-angry

Wilma ha bisogno di trasfusioni.

© Facebook @Simone Perini

Avvelenata per mano sconosciuta, la dolcissima Wilma ha bisogno di una trasfusione. Il suo padroncino Gioele e tutta la sua famiglia chiedono aiuto sui social.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 28/01/21, 13:30, aggiornato il 08/02/21, 15:38

Questa terribile vicenda è l’ennesima prova di quanto possa spingersi lontano la crudeltà dell’uomo.

Tutto ha inizio la mattina di lunedì 25 gennaio quando nella zona di Porta Romana a Firenze, Wilma un adorabile Pastore Maremmano dal pelo bianchissimo, comincia a sentirsi male. Il cane ha forti scariche di diarrea, si lamenta e si contorce dal dolore. 

Senza esitare allora, Simone Perini, la sua ex moglie e il piccolo Gioele di 8 anni, portano la cagnolina al pronto soccorso veterinario. 

La diagnosi è immediata: Wilma è stata avvelenata.

Cane avvelenato: quali sono i sintomi e cosa fare

Cattiveria inaudita

Una volta saputa la diagnosi, i proprietari dell’animale rimangono sconcertati, perché quel giorno Wilma era rimasta tutto il tempo nel giardino privato di casa.

Come avrebbe potuto ingerire qualcosa di velenoso? L’ipotesi più probabile è quindi che qualcuno dalla cattiveria inaudita abbia lanciato il veleno per topi nel recinto. Un gesto quindi volontario, consapevole ed estremamente crudele.

La ricostruzione dei fatti rimane incerta quindi, come la guarigione della cagnolina. 

Appello per una trasfusione 

Le condizioni attuali di Wilma sono davvero precarie.

L’avvelenamento ha provocato un crollo dei globuli rossi, ciò che rende necessaria una trasfusione. I suoi proprietari, quindi, si sono mobilitati sui social per cercare dei cani donatori di età inferiore ai 10 anni e con peso superiore ai 12 kg.

I post fortunatamente sono stati ricondivisi migliaia di volte e alcune persone si sono proposte per la donazione.

A questo punto, non ci resta che sperare che le trasfusioni inizino al più presto e che salvino la vita di Wilma. Solo a quel punto il piccolo Gioele tornerà a sorridere.

 

Ecco, cara mano sconosciuta, questo il risultato del tuo gesto, della tua cattiveria, ma lui, quel bimbo non pensera a...

Posted by Simone Perini on Monday, January 25, 2021
 

Buone notizie, ieri sera, visto che la situazione stava crollando, che le terapie non funzionavano, dopo nuova...

Posted by Simone Perini on Tuesday, January 26, 2021