Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

La padrona va in vacanza, il gatto sente la sua voce e piange (Video)

Shorthair-con-le-lacrime cat-happy

Talmente triste che piange.

© YouTube @ Joseph Morris

Dovendo partire, Meng installa delle telecamere e un monitor per comunicare con il suo gatto. Quello che l’animale fa quando sente la sua voce, è emozionate.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 22/02/21, 17:50

Come si sentono i nostri fedeli amici a quattro zampe quando siamo fuori casa?
Sono tanti i proprietari di animali domestici che giorno dopo giorno si pongono questa domanda.

Meng, decisa a scoprirlo, installa delle telecamere di sorveglianza e compra un monitor con webcam e microfono integrato.

Quando a capodanno è costretta ad assentarsi da casa e lasciare il suo British Shorthair di nome Fufu da solo, accende tutti i macchinari e fa una scoperta emozionante.

Un pianto in diretta

Trattandosi di un gatto molto timido e poco a suo agio fuori casa, Meng decide di assentarsi senza di lui.

La mancanza è però molto forte, quindi spesso e volentieri durante la giornata si connette tramite il cellulare alle telecamere e osserva cosa fa il suo gatto.

L’animale sembra triste e desolato, ma quando la sua padrona attiva il microfono per comunicare con lui, si avvicina al monitor e fa qualcosa di incredibile: piange.

Il felino con gli occhi pieni di lacrime inizia a miagolare con insistenza, si gira intorno per cercare la sua padrona e addirittura prova a muovere il monitor con una zampa nella speranza che la donna appaia come per magia.

Una scena a dir poco tenerissima che ha emozionato milioni di utenti sul web.
Dopo averlo visto così triste e provato, Meng non può fare a meno di tornare a casa da lui

I gatti possono piangere?

Per quanto cani e gatti provino emozioni e abbiano pensieri coscienti in merito, il collegamento tra tristezza e lacrime non è ancora scientificamente comprovato. 

Non esistono casi accertati di pianto a seguito di emozioni negative poiché la lacrimazione negli animali ha una funzione prettamente fisiologica di protezione e lubrificazione degli occhi.

C'è però da dire che si tratta di animali sempre più addomesticati e a contatto con l'uomo.
Gli Shorthair soprattutto, sono particolarmente dolci ed empatici, quindi è possibile che agendo per imitazioni tendano a replicare comportamenti umani con sorprendente efficacia.