Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

Abbandona il suo cane e scoppia a piangere. Perché?

donna-che-piange dog-sad

Alcune decisioni obbligate possono essere molto dolorose.

© Halfpoint / Shutterstock

Il motivo che ha portato la protagonista di questa storia ad abbandonare il proprio cane in un rifugio ci fa stringere il cuore.

Di Francesca Discepoli

Pubblicato il 14/03/21, 14:00

Tante storie, anche dure, che riguardano l'abbandono di animali domestici non sempre implicano necessariamente un atto di crudeltà umana.

Tutti siamo testimoni, diretti o indiretti, di abbandoni spietati, ma questo che ci apprestiamo a raccontare ci ha particolarmente commosso perché la responsabile del gesto non ha nessuna colpa.

Una scelta dolorosa

Torniamo al 15 febbraio scorso. Quel giorno una donna si è presentata nei locali della Sociedad Protectora de Animales de Málaga, un'associazione per la protezione degli animali spagnola, per lasciarvi il suo cane, un bastardino di nove anni di nome Fairi.

In quell'atroce momento le loro strade si sono separate per sempre. La vita non ha fatto sconti a quella povera donna. Il suo gesto è stato dettato dalla dura necessità.

Separazione inevitabile

Senza entrare nei dettagli, possiamo dire che la donna non ha avuto altra scelta che separarsi dal suo compagno di vita più fedele, il nobile Fairi, adottato quando era solo un cucciolo e di cui se ne è sempre presa cura come fosse un figlio.

Non ha mai dimenticato una sola vaccinazione o un pasto... mai. Questa donna era persino capace di non mangiare affinché il suo cane potesse essere ben nutrito. Ma la sua quotidianità già difficile è peggiorata a tal punto che ha dovuto prendere la decisione più penosa: lasciare Fairi al rifugio con l'intenzione di offrirgli una nuova vita. Lei purtroppo non poteva più prendersi cura di lui.

Quindi poco dopo il 9° compleanno del cagnolino, questa signora ha dovuto affidarlo al rifugio. Chi era lì in quel momento è rimasto particolarmente commosso vedendo Fairi entrare in un box mentre la sua proprietaria piangeva le lacrime più amare della sua vita.

Lei non voleva farlo. Ma voleva con tutto il cuore dare una vita migliore al suo «bambino». Questa soluzione implicava l'opzione più dolorosa: fare a meno della sua compagnia per sempre.

Una vita insieme

Al momento dell'addio tutti i ricordi di una vita insieme ritornavano dolorosamente in mente alla povera donna: i loro momenti, belli e brutti, la loro complicità costruita sulle difficoltà ma anche sull'amore profondo e sulla fedeltà reciproca, e quelle accuse infondate di abbandono... ecco tutti i motivi che impedivano alla «mamma» umana di Fairi di smettere di piangere.

La sua amata proprietaria l'ha lasciato lì perché qualcun altro adottandolo potesse dargli tutto quello che lei non poteva più offrirgli: buon cibo, cure veterinarie, la comodità di un letto.

Ora resta ancora un ultimo passo: l'arrivo di un nuovo angelo, di quella persona che potrà dare a Fairi la vita e l'amore che merita. La sua ex proprietaria aspetta solo di sapere che il suo adorato compagno di vita non è più rinchiuso in una gabbia e che qualcuno si prenda cura di lui.

Buona fortuna Fairi, meriti una bella vita.

Consulta la nostra rubrica Adozione. Ci sono tanti animali in cerca di una famiglia