Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

Saveso: la polizia salva 8 cani abbandonati come spazzatura

Cani-nel-sacco-nero dog-angry

Cuccioli abbandonati in un sacco della spazzatura.

© Facebook @Enpa Monza e Brianza

La segnalazione alla polizia di un’abitante della città trovatasi sul posto per caso, salva la vita a ben 8 cuccioli di cane a rischio di asfissia.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 09/04/21, 13:00

Questa crudele vicenda ha luogo proprio ieri, 8 Aprile, nel piccolo comune di Saveso, in provincia di Monza e Brianza.

Un’abitante che passeggiava per caso in via Tiziano proprio a ridosso del fiume, nota un grosso sacco della spazzatura tra gli arbusti.

Sospettando qualcosa di ben peggiore rispetto a dei semplici rifiuti, chiama gli agenti della polizia e segnala la busta nera.

Nel giro di pochi minuti, i poliziotti si recano sul luogo e dopo aver creato una catena umana tenendosi l’un l’altro per afferrare il sacco, fanno una scoperta sconvolgente: al suo interno ci sono ben 8 cuccioli di cane abbandonati alla disperata ricerca di ossigeno.

 

😲 CUCCIOLI CHIUSI DENTRO UN SACCO NERO E ABBANDONATI: OTTO INCROCI DOGO SALVATI A SEVESO ORA SONO AL CANILE DI...

Posted by Enpa Monza E Brianza on Thursday, April 8, 2021

Un salvataggio tempestivo

Non appena la busta di plastica viene strappata, i cani sgusciano agitati verso l’esterno per respirare aria pura: qualche minuto in più e sarebbero morti asfissiati.

Fortunatamente, l’intervento tempestivo della donna e degli operatori della polizia ha risparmiato loro una fine ben più crudele.

Tutti e otto i cuccioli, probabilmente degli incroci con un Dogo Argentino, vengono poi trasferiti immediatamente dai volontari del canile Fusi di Lissone alla sede dell’Enpa di Monza.

Qui vengono visitati dai veterinari che subito si accorgono delle condizioni davvero precarie nelle quali si trovavano:

«Li abbiamo trovati in condizioni di estrema denutrizione e rachitismo. Hanno due mesi e mezzo ma ne dimostrano almeno uno di meno proprio per l'estrema magrezza. Ipotizziamo che siano stati alimentati solo con il latte della madre senza nessuna integrazione alimentare benché dovessero essere già svezzati da un po'», spiega il presidente dell’Enpa di Monza, Giorgio Riva.

Fortunatamente, nessuno di loro è attualmente in pericolo di vita.

Indagini in corso

Quando saranno tornati in forma, le due femmine e i sei maschi meticci potranno essere dati in adozione.

Quanto ai responsabili di un atto tanto crudele e senza cuore, sono attualmente al centro delle indagini della polizia. Una volta identificati, dovranno rispondere di maltrattamenti gravi sugli animali.