Migliora la vita dei pet cliccando qui!

Pubblicità

Cani e gatti chiamati a partecipare a una ricerca unica in Europa!

cane-e-gatto-sul-divano dog-cat-serious

L'interessante progetto della start up padovana!

© New Africa / Shutterstock

EuBiome cerca volontari per una ricerca unica in Europa che aiuterà cani e gatti con problemi intestinali cronici. Ecco il progetto dell'Università di Padova.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 26/05/21, 07:53, aggiornato il 21/06/21, 17:12

In merito al progetto Pet FMTEuBiome, spin off dell'Università di Padova, chiede l'aiuto dei proprietari di cani e gatti del Veneto e non solo.

Il tutto al fine di aiutare gli animali domestici con problemi intestinali cronici per mezzo della donazione di microbioma. Ecco in dettaglio l'innovativa ricerca e come fare per partecipare.

Un progetto unico in Europa

In seguito all'approvazione dell'Organismo per iI Benessere Animale (OPBA) dell'Ateneo padovano, che ha il compito di tutelare gli animali coinvolti in progetti scientifici, EuBiome è attualmente in cerca di potenziali partecipanti a quattro zampe del progetto Pet FMT (Fecal Microbiota Transplantation).

Grazie ai dati raccolti, i ricercatori di EuBiome aiuteranno i veterinari a introdurre il trapianto fecale di microbioma come cura per cani e gatti con enteropatie croniche, lavorando sul riequilibrio della flora intestinale dei nostri animali domestici.

 

Cerchiamo CANI e GATTI SANI per donazione di microbioma! Per dare speranza a cani e gatti che soffrono di problemi...

Posted by EuBiome on Tuesday, February 16, 2021

Anche se il trapianto di microbioma è ritenuto valido in Italia anche per uso umano, ancora ci sono delle lacune in merito.

Per tale motivo l'attività di ricerca di EuBiome sul microbioma di cani e gatti, oltre ad assicurare terapie per determinate malattie, potrà fornire nuovi dati preziosi alla scienza.

Come partecipare alla ricerca di EuBiome?

Affinché il proprio cane o gatto possa contribuire al progetto, bastano una firma per il consenso da parte di un veterinario e il via libera al finanziamento della ricerca.

Secondo fonti locali, Barbara Simionati, docente del Dipartimento di Scienze del Farmaco dell'Università padovana e fondatrice di EuBiome, ha affermato che: 

«Lo stato di salute del donatore viene attentamente valutato con visite e analisi totalmente gratuite. Se l'animale risulta idoneo si parte con la raccolta del materiale fecale».

Le feci raccolte verranno messe in freezer e inviate periodicamente al laboratorio che le trasformerà in capsule.

Per ogni animale verranno eseguiti test prima e dopo il trapianto, che avviene con la somministrazione per via orale delle capsule contenenti il microbioma liofilizzato del donatore.

Per far partecipare il tuo cane o gatto alla ricerca di EuBiome, clicca qui!