I pet fanno bene davvero? Rispondi!

Pubblicità

Covid-19: gli effetti della quarantena sui cani (e i padroni)

cane-ingrassato-durante-la-quarantena-e-la-pandemia-da-coronavirus dog-serious

Cani e padroni con qualche chilo in più durante il lockdown.

© PongMoji / Shutterstock

Durante la pandemia da Covid-19 abbiamo quasi tutti messo un po' di peso. E non solo noi, ma anche i nostri cani sono ingrassati.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 14/06/21, 07:16

Una recente ricerca ha messo in luce i dati significativi che mostrano quanto i cani siano ingrassati durante la pandemia da Covid-19.

I nostri inseparabili amici a quattro zampe hanno mangiato di più, come i loro proprietari. Ecco i numeri.

Cani ingrassati: l'effetto pandemia

La Pumpkin Pet Insurance, compagnia assicurativa americana, ha chiesto a oltre 1000 proprietari di cani di partecipare ad un sondaggio sulla vita in quarantena.

A tal proposito, sono state poste domande riguardo l'aumento di peso e i seguenti dati dimostrano quanto scoperto dai ricercatori.

I numeri

Secondo la ricerca newyorkese, il 36% dei cani ha acquistato peso durante il lockdown - e il 56% dei proprietari stessi ha affermato di essere ugualmente ingrassato.

Inoltre, il 45% dei cani ha ricevuto più cibo del necessario. Questo spiega l'aumento di peso.

D'altro canto, il 25% dei cani ha fatto più esercizio fisico, secondo quanto dichiarato dai loro proprietari.

Infine, il 41% dei fedeli amici ha regolarmente ottenuto gli avanzi di cibo delle tavole dei loro umani.

Le spiegazioni

Questo aumento di peso nei cani durante la quarantena è spiegato per il semplice fatto che in effetti è ben più facile dare più cibo al proprio cane (o gatto) se si rimane tutto il giorno in casa, soprattutto quando si è in smartworking e il proprio animale domestico è sempre con noi.

Altro che portarli a passeggio più spesso per avere un'ottima scusa per uscire anche durante la quarantena!