Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Il gesto del vicesindaco di Empoli nei confronti di un cane smarrito

vicesindaco di empoli fabio barsottini e cane ritrovato dog-happy

Il grande gesto del giovane vecesindaco toscano.

© Facebook @Fabio Barsottini

Fabio Barsottini, vicesindaco di Empoli, ha compiuto un gesto di gran cuore e di grande esempio per tutti i cittadini. Ecco la storia di Fabio e Gino!

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il , aggiornato il

Di cani erranti l'Italia è piena. Se ne contano tra i 500.000 e i 700.000. Ma il cagnolino protagonista della vicenda di oggi non era un vero e proprio cane errante.

Ecco una storia a lieto fine tutta italiana.

Un cane errante per le strade di Empoli

Il 3 luglio scorso, per le strade di Empoli, si trovava a vagare un cane assomigliante ad un Pitbull, dal manto bianco e nero.

Allo stesso tempo, sul tragitto per recarsi ad un matrimonio, Fabio Barsottini, vicesindaco del comune di Empoli, avvista l'animale, che appare essere senza collare.

Social e microchip: un connubio perfetto!

Senza esitare, l'amministratore toscano recupera l'animale - che identifica senza troppi dubbi come un cane smarrito viste soprattutto le ottime condizioni di salute - lo fa salire in auto e lo porta dal veterinario, con l'intenzione di verificare se l'animale avesse o meno il microchip.

Il tutto mentre pubblica sul suo profilo Facebook un selfie con il cagnolino, con l'appello a chi lo riconoscesse.

«Attenzione: cane smarrito. Ci risiamo. Chi celebra un matrimonio trova un amico. Trovato su Via d’Ormicello senza collare. Adesso lo sto portando da un veterinario per risalire al padrone. Chi avesse notizie non esiti a contattarmi». 

Un atto di gran cuore che ha permesso al quattrozampe di evitare di essere vittima di un incidente stradale o un altro spiacevole destino.

Famiglia ritrovata

Fortunatamente, il medico individua il microchip e la famiglia dell'animale viene rintracciata in tempi record!

C'è un modo per prevenire gli abbandoni di animali? Info utili

Il giovane vicesindaco annuncia quindi il lieto fine della vicenda nell'aggiornamento del suo post:

«Gino ha ritrovato il padrone in tempi record. Grazie a tutti per l’aiuto!»

Senza il microchip identificativo, l'animale, che si chiama Gino, sarebbe stato portato in canile e messo in adozione.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare