Clicca qui e previeni l'abbandono!❤

Pubblicità

Un soccorso unico quello dei cani intrappolati a La Palma tra la lava

cani intrappolati a la palma dog-serious

Cani intrappolati a La Palma.

© YouTube @Malaga 24h TV Noticias

L'operazione, condotta da una società di Pontevedra, segnerà un prima e un dopo negli interventi di soccorso. Ecco com'è andata.

Di Grazia Fontana

Pubblicato il 20/10/21, 18:53

Da alcuni giorni, diversi Podenco sono stati intrappolati dalla lava in due stagni di Todoque, a La Palma. Le ultime ore sono state fondamentali per capire come procedere al salvataggio degli animali; un'operazione senza precedenti al mondo che sarà portata avanti al più presto dalla compagnia galiziana Aerocamaras.

La squadra dei soccorsi è arrivata alle Canarie qualche giorno fa e, secondo quanto dichiarato sul suo account Twitter, è pronta per iniziare il salvataggio non appena arriveranno i permessi.

Un'operazione senza precedenti

Prima di iniziare il salvataggio e al fine di ottenere l'autorizzazione per iniziare, i responsabili di Aerocamaras hanno esposto i cardini dell'operazione davanti a vari funzionari de La Palma.

Un piano che si presenta come una corsa contro il tempo, con l'obiettivo di salvare la vita dei cani intrappolati. Il CEO di Aerocámaras, Jaime Pereira, ha spiegato al quotidiano El Pais come intende agire:

«Abbiamo trasformato un drone ibrido (benzina-elettrico) che può trasportare fino a 24 chili, più o meno il peso dei segugi, e abbiamo anche lavorato sul sistema preciso per catturare il cane in tutta sicurezza».

E aggiunge:

«La cosa più complicata è il tempo, dato che avranno circa 12-14 minuti di volo». 

Nutriti grazie ai droni

Qualore dovessero finalmente arrivare i permessi, il salvataggio dei cani è previsto nelle prossime ore per mezzo di diversi droni e seguendo le linee guida delineate dall'azienda. Una prima assoluta, dato che ad oggi, secondo la legislazione locale, non è permesso il trasporto di esseri viventi tramite drone.

Ma non finisce qui. Da quando gli animali sono stati avvistati, le società Volcanic Life e Ticom Soluciones SL, con il patrocinio del Cabildo de La Palma, sono state incaricate di nutrire i podenco attraverso i loro droni.

Perché non possono semplicemente trasportarli in elicottero?

Questa la domanda sorta sui social. José Antonio Sánchez, un ex soldato della brigata di paracadutisti dell'esercito, si è offerto volontario per scendere da un elicottero e salvare la vita dei cani intrappolati.

Le parole di Sánchez hanno conquistato l'opinione pubblica e hanno dato vita a una vignetta emotiva:

«José Antonio Sanchez: un angelo senza ali che cerca un elicottero per andare a salvarli (i cani, ndr) rischiando la sua vita».

Ma nonostante la buona volontà degli ex militari, l'uso degli elicotteri per i soccorsi non è possibile a causa delle ceneri che il vulcano espelle, poiché il volo sarebbe altamente pericoloso.

Così come via terra non è possibile a causa della lava. Un panorama che lascia aperta solo la porta all'uso dei droni.

Fonte: Wamiz.es

Animali abbandonati: ecco cosa fare