Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Bonus cani e gatti 2022: a chi spetta e come richiederlo

cane marrone e gatto nero dog-cat-serious

Come funziona e chi può richiedere il bonus cani e gatti 2022?

© StockSnap / Pixabay

Bonus cani e gatti 2022: di cosa si tratta, a chi spetta e come fare per richiederlo? Scopriamolo subito!

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il , aggiornato il

Tra i bonus previsti per questo anno 2022 sembra ci sia spazio anche per i nostri animali domestici.

In cosa consiste l'agevolazione? A quanto ammonta il bonus cani e gatti 2022? Ecco i nuovi contributi per la cura dei nostri cari amici a quattro zampe.

Cos'è il bonus cani e gatti 2022?

La Legge di Bilancio approvata recentemente comprende nuovi contributi stanziati per i costi dedicati al mantenimento e alla cura dei cani e dei gatti delle famiglie italiane.

Il bonus cani e gatti 2022 è una agevolazione economica molto utile per i cittadini che condividono la loro vita con un amico a quattro zampe.

Con questo bonus le spese veterinarie saranno un po' più leggere per i portafogli dei proprietari di cani e gatti del Belpaese.

Adesso che sappiamo cos'è, scopriamo a quanto ammonta il contributo economico, chi può richiederlo e come funziona il bonus cani e gatti 2022 (noto anche come bonus veterinario).

A quanto ammonta la detrazione?

Contrariamente a come si potrebbe pensare, il contributo dedicato agli animali da compagnia non consiste in una detrazione di 550 euro, bensì in una detrazione fiscale del 19% su una spesa massima di 550 euro.

Per tutti i pagamenti tracciabili (bonifici o spese effettuate con carta di credito o bancomat) e per le spese aventi regolari ricevute fiscali (se effettuate in contanti), si può beneficiare di una riduzione fiscale fino a un massimo di 80 euro, qualunque sia il numero degli animali presenti in casa.

A chi spetta il bonus veterinario 2022?

Possono fare richiesta del bonus cani e gatti tutti i cittadini italiani senza limite di ISEE che siano tutori legali di almeno un cane o un gatto.

  • Nel caso dei cani, basta presentare la documentazione della sua iscrizione all’Anagrafe Canina Nazionale e quella relativa al microchip.
  • Se si hanno gatti, invece, bisogna dotarli di microchip o presentare la fattura dell’acquisto nel caso in cui l’animale fosse stato comprato.

Come richiedere la detrazione fiscale per i pet?

Per poter beneficiare del bonus per animali domestici occorre fare richiesta compilando il modulo messo a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Bisogna sapere che non sono previsti rimborsi per l’acquisto di cibo, antiparassitari e medicinali senza prescrizione veterinaria.

Come visto, questo contributo non è sostanziale, ma può comunque rivelarsi utile per tutti i proprietari di cani o gatti in Italia.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare